“Giustizia per Antonio”, il 23enne morto per malasanità all’ospedale Loreto Mare

Torre del Greco. “Giustizia per Antonio”. Nel giorno dei funerali di Antonio Scafuri – il 23enne di Torre del Greco morto all’ospedale Loreto Mare, in attesa di un angiotac mai arrivata, per le conseguenze di un incidente in scooter – la città e gli amici chiedono giustizia.

“La morte di Antonio Scafuri ha fatto emergere ancora una volta gravissime inefficienze al Loreto Mare; giusta quindi la decisione del direttore dell’Asl Napoli 1, Mario Forlenza, di rimuovere tutti i vertici della struttura ospedaliera coerentemente con quelle che sono le politiche della regione Campania fortemente determinata a migliorare il livello delle prestazioni sanitarie espellendo le mele marce”, dice Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi e componente della commissione Sanità dopo aver partecipato ai funerali del giovane Antonio di cui denunciò la tragica vicenda.
“Ho partecipato al rito funebre – prosegue Borrelli – per rinnovare alla sua famiglia la mia vicinanza e il messaggio che già gli trasmisi all’indomani della tragica morte del figlio: non lasceremo i colpevoli impuniti, vigileremo affinché l’ingiusta morte di Antonio non rimanga un sacrificio vano”.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più