Riunione per il rilancio dell’Ospedale Maresca. Palomba: “Sono fiducioso”

Ospedale-Maresca (1)Si è riunita ieri pomeriggio, a Palazzo Baronale, la conferenza dei sindaci per discutere delle problematiche e del rilancio dell’Ospedale “A. Maresca” di Torre del Greco.

L’incontro – promosso dall’Amministrazione Palomba, per dare seguito a quanto stabilito nelle sedute precedenti, e, in virtù della costituzione di un comitato permanente sulle tematiche del nosocomio cittadino – ha visto la partecipazione del Comitato “Pro Maresca”, dei sindaci e referenti dei comuni di Ercolano e Portici, e, della Direttrice Generale dell’ASL Na3Sud, Antonietta Costantini. Assente, invece, la rappresentanza istituzionale del comune di San Giorgio a Cremano.

Una seduta proficua, così come è stata apostrofata da tutte le forze, istituzionali e civili, nel corso della quale è emersa la piena disponibilità dell’Azienda sanitaria locale a ragionare su temi e sulle proposte, tese, ad un possibile rilancio della struttura ospedaliera di via Montedoro.

Analoga disponibilità ed apertura da parte delle espressioni istituzionali dei singoli territori che si sono impegnate a farsi carico della elaborazione di istanze da presentare e discutere nelle opportune sedi amministrative e politiche.

Non è mancato un formale impegno anche da parte dei componenti del Comitato “Pro Maresca” che si faranno portavoce di proposte ed azioni, compatibili, con il piano regionale vigente.

“Sono soddisfatto – ha dichiarato il sindaco di Torre del Greco, Giovanni Palomba – per quanto progressivamente stiamo realizzando, grazie anche e soprattutto al dialogo inter-istituzionale, e, alla fattiva collaborazione da parte degli altri comuni, nostri interlocutori. La salute pubblica, rappresenta il Bene primario che ogni amministratore deve poter garantire alla propria comunità governata. È per questo che non ci fermeremo qui; anzi, questa amministrazione si impegna alla convocazione di nuovi ed ulteriori tavoli tecnici nei quali saranno, attentamente, verificate le diverse proposte in campo, e lì dove opportuno, al necessario coinvolgimento degli altri organi istituzionali, quali la Regione ed il Ministero. Sono fiducioso, tuttavia, nella proficuità del lavoro svolto”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più