Foto. Scempio a Torre del Greco tra rifiuti e abusivismo: così muore la spiaggia

La denuncia arriva dalla CSI Gaiola Onlus e riguarda la spiaggia di S. Giuseppe alle paludi di Torre del Greco. Uno scempio consumato su uno dei litorali più belli e lunghi d’Italia.

Qualche giorno fa siamo andati a fare un sopralluogo sulla spiaggia di S. Giuseppe alle paludi di Torre del Greco. – scrivono – Lo spettacolo è davvero avvilente. Ad una costa già massacrata dall’abusivismo edilizio e da scelte infrastrutturali devastanti, come quella di far passare la ferrovia sulla linea di costa murando per sempre l’affaccio al mare di una città di mare, si aggiunge la squallida e totale incuria di ciò che è rimasto, lasciato alla mercé assoluta di improvvisati lidi abusivi estivi che a fine stagione lasciano cumuli di rifiuti in spiaggia in attesa di dargli fuoco o che la prima mareggiata invernale li ingoi“.

E in questa desolante devastazione umana parzialmente tombate dal cemento della ferrovia, spuntano resti di antiche terme romane che in altri posti del mondo basterebbero a rendere quel lungomare unico, mentre tre germani reali tentano di ritagliarsi il loro spazio, nonostante la follia umana“, concludono.

In questi tempi di “rivoluzione ambientale” come molti l’hanno definita, queste immagini fanno male. I cittadini devono imparare che la natura va rispettata, è nostra e abbiamo il dovere di difenderla. Una follia lasciare rifiuti abbandonati sulle spiagge, in un paesaggio violentato dall’incuria umana e dal totale abbandono delle istituzioni.

Uno dei litorali più belli della Campania martoriato da rifiuti, sporcizia e abusivismo edilizio. Tra il degrado e il cemento spuntano i resti delle terme romane. Molti cittadini magari non conoscono nemmeno il valore storico e archeologico di quei ruderi.

Alcuni chiedono a gran voce una pulizia volontaria per sopperire alle mancanze dell’amministrazione comunale. Ma è giusto tutto questo?

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più