Nuovi diritti tv: al Napoli 17 milioni in più, alla Juve 16 in meno. Tutte le cifre

Con il nuovo contratto firmato da Mediapro per la ripartizione dei diritti tv, la divisione dei proventi tra i club avverrebbe con maggiore equilibrio. Una piccola rivoluzione prospettata da Calcio&Finanza, che mostra i guadagni per ora non ufficiali, che potrebbero entrare nelle casse dei club italiani.

La Juventus, ad esempio, passerebbe da una posizione di dominio (107 milioni contro i 79 del Milan e dell’Inter dell’attuale classifica) a una di leadership ma più moderata. La nuova ripartizione, con nuovi standard, vedrebbe quindi sempre la Juventus al primo posto ma non più con 107 milioni, bensì con 91. Dietro l’Inter con 87, poi il Napoli che salirebbe da 67 a 84 milioni. Più giù le altre.

“Con la modifica della legge Melandri, quindi, la fetta da dividere in parti uguali salirà al 50%, diminuirà il peso dei tifosi (dal 30% al 20%) mentre tra i risultati sportivi crescerà il peso dell’ultimo campionato (dal 5% al 15%) e caleranno le voci relativi alla storia (dal 10% al 5%) e all’ultimo quinquennio (dal 15% al 10%)”.

Potrebbe anche interessarti