Cappella Sansevero si apre alle persone sorde: visite guidate nella lingua dei segni

cristo velato

C’è la voglia di aprire sempre più il mondo della cultura anche ai disabili dietro l’iniziativa “Sansevero in LIS“. Il titolo è tutto un programma e il riferimento alle persone colpite da sordità e chiaro. A fare un ulteriore passo avanti in materia è il Museo Cappella Sansevero, quello del famoso Cristo Velato, che apre le sue porte a guide e visitatori non udenti. Insieme ad uno dei musei considerati trai più suggestivi al mondo, collaborano anche l’Associazione Progetto Museo e l’Ente Nazionale Sordi (ENS, sezione provinciale di Napoli), formando un gruppo di operatori sordi, associati ENS, pronti ad offrire visite speciali dedicate a persone sorde.

Il progetto sarà presentato, in tutti i suoi particolari, martedì 18 settembre 2018 alle ore 11,30 presso la Cappella di Sansevero, con una conferenza stampa alla quale interverranno Fabrizio Masucci, presidente del Museo Cappella Sansevero; Elvira Sepe, presidente della Sezione Provinciale di Napoli dell’Ente Nazionale Sordi; Francesca Amirante, presidente dell’Associazione Progetto Museo e Maria Alessandra Masucci, consigliere d’amministrazione del Museo Cappella Sansevero. L’iniziativa mira ad offrire l’accesso anche al vasto patrimonio del museo attraverso la Lingua Italiana dei Segni e per i prossimi mesi sarà preparato un calendario ad hoc, con tutte le visite in programma.

Potrebbe anche interessarti