Comiziano, 30 chili di cibi per il pranzo di Pasqua sequestrati

Immagine di repertorio

Comiziano, zero tracciabilità per 30 chili di alimenti destinati al pranzo di Pasqua. Sequestro dei Carabinieri Forestali.

Comiziano, sequestrati alimenti per Pasqua

Tutela della filiera agroalimentare per garantire una spesa sicura al consumatore. Questo il focus dei carabinieri forestali della stazione di Roccarainola che, specie in questi giorni pre-pasquali, stanno monitorando le attività commerciali della provincia nord orientale di Napoli.

Nel comune di Comiziano il titolare di un supermarket con annessa macelleria è stato sanzionato per violazioni proprio alla norma che salvaguarda la vendita di prodotti al cliente finale.

30 chili di carni rosse, uova e prodotti da forno sono stati sequestrati perché privi di indicazioni sulla tracciabilità.
Oltre i mille euro il conto delle sanzioni applicate.

I controlli continueranno anche nei prossimi giorni.

Agro Aversano, sequestro in pasticcerie

Solo ieri in provincia di Caserta, nel corso dei controlli effettuati dal Gruppo Carabinieri Forestale, sono stati sequestrati centinaia di dolci, tra colombe e uova di Pasqua, in quanto privi di etichettatura, tracciabilità e rintracciabilità. Ai responsabili sono state contestate plurime sanzioni per un importo complessivo di oltre 10 mila euro.

Privi di indicazioni di etichettatura, compreso il lotto di produzione o altri elementi di rintracciabilità sono risultati centinaia di prodotti di pasticceria artigianale: tra questi 70 tra colombe e dolci, oltre 70 uova di Pasqua ed altre preparazioni di cioccolato artigianale. L’imballaggio delle confetture non riportava alcuna informazione per il consumatore. Per tutti i prodotti è scattato il sequestro oltre ad una sanzione, a carico dei responsabili, di oltre 10mila euro.

Potrebbe anche interessarti