Sequestrate centinaia di colombe e uova senza tracciabilità: oltre 10mila euro di multa

Nelle giornate del 14 e 15 aprile, in provincia di Caserta, nel corso dei controlli effettuati dal Gruppo Carabinieri Forestale, sono stati sequestrati centinaia di dolci, tra colombe e uova di Pasqua, in quanto privi di etichettatura, tracciabilità e rintracciabilità. Ai responsabili sono state contestate plurime sanzioni per un importo complessivo di oltre 10 mila euro.

Caserta, sequestrati dolci, colombe e uova di Pasqua non a norma

L’operazione è stata effettuata dai militari del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale di Caserta e della Stazione CC Forestale di Marcianise (CE), reparti operanti in seno al Gruppo Carabinieri Forestale di Caserta, unitamente a personale dell’Ispettorato Centrale Qualità e Repressione Frodi ICQRF -Ufficio territoriale Italia Meridionale.

Nell’ambito dei controlli sulla tracciabilità e rintracciabilità dei prodotti alimentari, nonché verifiche di etichettature, rivolti in particolare ai tradizionali dolci delle festività pasquali, sono state riscontrate irregolarità in più punti dell’agro aversano.

Privi di indicazioni di etichettatura, compreso il lotto di produzione o altri elementi di rintracciabilità sono risultati centinaia di prodotti di pasticceria artigianale: tra questi 70 tra colombe e dolci, oltre 70 uova di Pasqua ed altre preparazioni di cioccolato artigianale. L’imballaggio delle confetture non riportava alcuna informazione per il consumatore. Per tutti i prodotti è scattato il sequestro oltre ad una sanzione, a carico dei responsabili, di oltre 10mila euro.

Potrebbe anche interessarti