Assurdo in Circumvesuviana: salgono carabinieri e controllori e il treno si svuota

carabinieri circumvesuviana (1)
Controllori e carabinieri in Circumvesuviana e il treno si svuota. Foto: Circumvesuviana. Guida alle soppressioni e ai misteri irrisolti, pagina Facebook

Salgono i carabinieri, insieme ai controllori, ed il treno si svuota. È successo questa mattina sul treno della Circumvesuviana diretto a Sorrento: probabilmente a causa di controlli di routine sulle mascherine, i militari del Nas sono saliti a bordo ed i convogli man mano hanno perso sempre più passeggeri, a fronte di una normalità di sovraffollamento delle corse.

Lo scatto è stato pubblicato dalla pagina “Circumvesuviana. Guida alle soppressioni e ai misteri irrisolti”, che è satirica ma riporta anche notizie reali sui disagi vissuti dai pendolari, in chiave amaramente ironica. “Stamattina – si legge sulla pagina – sul treno per Sorrento c’è stato un massiccio intervento di controllori. Dopo alcuni problemi con dei passeggeri sprovvisti di biglietto, è stato necessario il supporto dei carabinieri. Il risultato è che adesso sul treno ci sono più controllori che passeggeri”.


Il servizio reso agli utenti da parte della Circumvesuviana, d’altra parte, è notoriamente non dei migliori. Dalla stazione di Scafati paragonata ironicamente – dalla stessa pagina satirica – alla piccola Venezia a causa dei continui copiosi allagamenti, ai ritardi e ai convogli stracolmi di persone, i disservizi imputabili direttamente o indirettamente alla gestione della linea sono numerosi. Certo è che, se controlli come quelli di oggi venissero fatti quotidianamente, si risolverebbero parecchi problemi: prima di tutto i treni sarebbero meno pieno, inoltre tanti comincerebbero a pagare il biglietto. Un gettito extra di risorse che potrebbe essere impiegato per migliorare il servizio. Ad oggi invece bisogna accontentarsi di operazioni praticamente isolate dagli effetti tragicomici, come quelli del caso che vi abbiamo raccontato.