Le mani dei Casalesi negli appalti delle ferrovie: 35 arresti in tutta Italia

Il clan dei Casalesi faceva affari negli appalti per i servizi della rete ferroviaria e la pavimentazione stradale. A riportarlo è Ansa.it.

Casalesi, 35 arresti in tutta Italia

L’indagine coordinata dalla Procura di Napoli (pm Ardituro e Arlomede) ha portato all’esecuzione da parte dei carabinieri di Caserta, della DIA di Napoli e del NIC del DAP, a 35 misure cautelari (17 in carcere, 17 ai domiciliari e un obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria) e un sequestro di beni per 50 milioni di euro.

I reati contestati agli indagati, sono estorsione, intestazione fittizia di beni, turbativa d’asta, corruzione, riciclaggio aggravati in quanto commessi agevolando un’organizzazione mafiosa. Nell’indagine compaiono anche un avvocato e il responsabile di un’agenzia bancaria, tra i destinatari delle 35 misure cautelari.

Le indagini patrimoniali della DIA, scrive in una nota il procuratore di Napoli Giovanni Melillo, hanno consentito di rivelare “complessi meccanismi di riciclaggio e di illecita interposizione negoziale, come tali considerati al fine del sequestro preventivo di quote sociali e immobili“. Le misure cautelari sono state emesse dal Gip di Napoli, su richiesta della DDA e notificate a Napoli, Caserta, Roma, Bari e Lecco.

11 arresti: affari anche nel centro aerospaziale

Solo pochi giorni fa i Carabinieri arrestarono 11 persone ritenute affiliate al clan dei Casalesi in quanto facevano affari anche nelle gare di appalto indette dal C.I.R.A. (Centro Italiano di Ricerche Aerospaziali), società consortile per azioni a maggioranza pubblica, con sede in Capua (CE), organismo di ricerca di rilievo internazionale, operante nel settore aeronautico e aerospaziale.

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Gruppo di Aversa hanno dato esecuzione ad un’ordinanza cautelare emessa dal GIP presso il Tribunale di Napoli, su richiesta della locale Direzione distrettuale antimafia, a carico di undici persone, tutte ritenute gravemente indiziate, a vario titolo, dei delitti di corruzione e turbata libertà degli incanti, aggravati dalla finalità di agevolare il clan dei casalesi.

Potrebbe anche interessarti