Castello di Cisterna, trovati 50 kg di cibo in cattivo stato: alcuni con muffa e scaduto

castello cisterna cibo Continuano i controlli dei carabinieri in tutta la Campania per una corretta sicurezza alimentare. Gli ultimi sono stati effettuati dai militari della Stazione Carabinieri Forestale di Marigliano insieme al personale dell’ASLNA3SUD UOPC 1 di Marigliano in un ristorante-pizzeria di Castello Di Cisterna, Comune della città metropolitana di Napoli.

A CASTELLO DI CISTERNA TROVATI 50 KG DI CIBO IN CATTIVO STATO: CON MUFFA E SCADUTO

All’interno della cucina e nei surgelatori dell’esercizio commerciale i militari hanno riscontrato una sporcizia diffusa sui fornelli e sui pavimenti. Trovati anche 50 chili circa di alimenti tenuti in cattivo stato di conservazione che erano per la gran parte ricoperti da muffa. Sequestrati inoltre alcuni cibi scaduti.

Il titolare dell’attività è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per cattivo stato di detenzione degli alimenti. Durante il controllo è stato trovato anche cibo per un peso complessivo di 20 chili privo di tracciabilità. Per il ristoratore sanzioni per un importo pari a 1.500 euro. Disposta la sospensione temporanea dell’attività per effettuare una pulizia straordinaria. I controlli dei militari del Gruppo Carabinieri Forestale di Napoli, volti a garantire la tutela dei consumatori, proseguiranno anche nei prossimi giorni.

IL CASO DI SAN VITALIANO

A San Vitaliano invece anziani erano stati curati con farmaci scaduti e sfamati con alimenti deperiti quasi da un anno. I Carabinieri hanno denunciano il titolare della casa di cura e sospeso l’attività.

Potrebbe anche interessarti