In due portano via bottiglie pregiate e soldi: rubati oltre 150 mila euro di champagne

Il personale della Squadra Mobile di Caserta, con la collaborazione del commissariato di Marcianise, ha sottoposto a fermo di indiziato due giovani cittadini, di origini albanesi, accusati di delitti di rapina e furti pluriaggravati: soltanto lo scorso 26 giugno avrebbero portato via numerose bottiglie di champagne, dal valore di 70 mila euro.

Fermati due giovani per furti: portano via contanti e champagne

Durante la notte i due ragazzi, classe 1994 e 1998, si sarebbero introdotti all’interno di un esercizio commerciale (a Capodrise) praticando un foro nel muro perimetrale e aggredendo il custode con calci, pugni e oggetti contundenti. Il tutto per portarsi un carico di bottiglie di champagne, per un valore di circa 70 mila euro, per poi darsi alla fuga.

L’azione criminosa presenta numerose analogie con altri due precedenti episodi: un furto subito dalla stessa azienda e uno ai danni di un altro esercizio commerciale casertano. In entrambi i casi erano state sottratte bottiglie di champagne, dal valore complessivo di 30 mila e 58 mila euro, e denaro contante (nel primo caso 20 mila euro, nel secondo 6 mila).

Gli approfondimenti investigativi hanno permesso di identificare i presunti responsabili, rintracciati il mattino seguente a Santa Maria Capua Vetere. Nel corso della perquisizione sono state rinvenute e sottoposte a sequestro numerose cose riconducibili ai reati contestati quali capi d’abbigliamento e telefoni cellulari con risultanze informatiche rilevanti per l’attribuzione alla responsabilità dei due fatti in contestazione.

I due sono stati sottoposti a fermo in quanto gravemente indiziati di rapina e furti pluriaggravati. Provvedimento che, su richiesta della Procura, il Gip ha convalidato emettendo ordinanza applicativa della misura cautelare della custodia in carcere.