Napoli, apre presso il residence dell’ospedale del Mare l’hub vaccinale per i profughi ucraini

hub vaccinale ospedale mareCome annunciato dal governatore Vincenzo De Luca in conferenza stampa, l’arrivo dei profughi dall’Ucraina non deve far abbassare la guardia per quanto riguarda il covid. Una buona fetta della popolazione non è vaccinata quindi è necessario sottoporla alla somministrazione di una dose una volta arrivata in Campania e in particolare a Napoli.

APRE ALL’OSPEDALE DEL MARE L’HUB VACCINALE PER I PROFUGHI UCRAINI

Come reso noto dalla Regione:

E’ stato installato presso il Residence dell’Ospedale del Mare l’hub vaccinale dedicato ai cittadini provenienti dall’Ucraina. La tensostruttura, allestita dalla Protezione Civile della Regione Campania all’esterno del Centro che sta ospitando i profughi, sarà da domani mattina pienamente operativa con il coordinamento sanitario dell’Asl Napoli 1 Centro. L’hub vaccinale completa il piano di prima accoglienza e profilassi sanitaria attivato dalla Regione nell’ambito del sistema nazionale. Su indirizzo del Presidente De Luca si attua l’intera filiera che prevede: registrazione da parte della Polizia di Stato anche presso il residence dell’Ospedale del Mare, rilascio del codice Stp necessario ai cittadini stranieri privi di permesso di soggiorno per poter ricevere le prestazioni sanitarie essenziali, effettuazione del tampone da parte del personale sanitario, somministrazione del vaccino secondo le normative vigenti, accoglienza presso il Residence e procedure per l’ottenimento della residenza“.

SPESA SOLIDALE E AIUTI

Intanto sono partiti i primi camion carichi di medicine, coperte e abbigliamento destinati al popolo ucraino che fugge della bombe. In Campania sono diverse le iniziative di solidarietà, tra queste anche la spesa sospesa. Si può infatti donare del cibo a lunga conservazione che sarà inviato nelle zone di guerra.

Potrebbe anche interessarti