L’Ordine dei Medici di Napoli dona 15 mila euro agli ucraini: per loro anche visite gratuite

ordine medici ucrainaIl gran cuore dei napoletani lo si riconosce nei piccoli gesti. In tantissimi stanno aiutando il popolo ucraino in fuga dalla guerra, specialmente donne e bambini, fornendo loro accoglienza e materiali di prima necessità. Se la scorsa settimana era arrivato in un ospedale di Kiev il primo camion con i medicinali provenienti dal capoluogo partenopeo tramite l’Ordine dei Farmacisti, ora è quello dei Medici a diffondere un’altra bella notizia.

UCRAINA, L’ORDINE DEI MEDICI DI NAPOLI RACCOGLIE 15 MILA EURO

Sono stati infatti raccolti oltre 15.000 euro in poco meno di due settimane grazie alla generosità degli iscritti dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri di Napoli. Come si legge in un comunicato:

La sottoscrizione si aggiunge al lavoro instancabile che i medici compiono ogni giorno prestando ad esempio la propria esperienza in ambulatori sociali o studi dove si è deciso di aiutare con visite del tutto gratuite chi è in fuga dalla guerra e non ha ancora un codice STP“.

LE PAROLE DEL PRESIDENTE

Il presidente Bruno Zuccarelli spiega:

L’impegno e la sensibilità dimostrata dai colleghi è enorme, non mi sorprende, perché la pandemia ci ha già dato prova di questo grande cuore. Ma di certo ancora una volta mi rende molto orgoglioso di ciò che rappresento. I nostri sono territori che storicamente sanno bene cosa sia la sofferenza, Napoli è una città che ha conosciuto nella sua storia l’orgoglio della resistenza. La speranza è che questa assurda guerra possa finire prestissimo ma siamo e saremo sempre pronti ad aiutare quanti chiedono aiuto. Anche questo significa essere medici e onorare il giuramento prestato“.

I fondi raccolti dall’Ordine dei Medici di Napoli, una volta terminata la sottoscrizione, saranno trasferiti al Consolato dell’Ucraina a Napoli che li utilizzerà attraverso i canali della Croce Rossa per acquistare beni essenziali, soprattutto pannolini e cibo, ma anche medicinali e farmaci. Un aiuto concreto e finalizzato che ancora una volta, da Napoli, porterà sostegno a chi ne ha bisogno. La sottoscrizione resterà ancora aperta agli iscritti dell’Ordine sino a dopo Pasqua per consentite a tutti i medici che lo vorranno di sostenere questa importante causa.

Potrebbe anche interessarti