Napoli, tre giorni di chiusura anticipata per la metro: treni vecchi e inaffidabili in attesa dei nuovi

napoli metroContinuano i disagi per chi prende la linea 1 della metropolitana di Napoli. Nella giornata di oggi la circolazione è rimasta sospesa dalle 8.55 e fino alle 16.04 sull’intera tratta, dalle 16.05 è ripresa quella parziale da Piscinola a Vanvitelli. Un guasto ha causato un problema serio che non ha permesso il ripristino del servizio in tempi brevi.

NAPOLI, LA METRO ANTICIPA LA CHIUSURA PER TRE GIORNI

Ora come annunciato da Anm ci sarà una nuova chiusura anticipata per tre giorni, da domani e fino a venerdì, sempre per provare i nuovi treni provenienti dalla Spagna:

Anm ha reso noto che per verifiche sulla linea mercoledì 20, giovedì 21 e venerdì 22 aprile la Linea 1 metropolitana anticiperà l’orario di chiusura. Ultime corse mercoledì e giovedì da Piscinola alle ore 20,28 e da Piazza Garibaldi alle 21,54. Venerdì 22 ultime corse da Piscinola alle 21,38 e da Piazza Garibaldi alle 22,04“.

POCHI TRENI E INAFFIDABILI

Anche l’assessore alle Infrastrutture e ai Trasporti, Edoardo Cosenza, ha spiegato che questi continui disservizi sono normali per un parco mezzi vecchi che va cambiato. Tutto sta nell’aspettare la messa in circolazione dei nuovi vagoni dotati di tutte le tecnologie e confort più moderne. Come scritto in un post sul suo profilo Facebook:

Finché non riusciremo a immettere in servizio i nuovi treni di Linea 1, il servizio rimarrà inaffidabile. Ci sono solo 6 trenini con oltre 1,5 milioni di km di percorrenza, come potrebbe essere altrimenti? Mentre abbiamo disponibili ben 20 treni nuovissimi e modernissimi. Per questo stiamo facendo prove notturne, sotto la supervisione della Agenzia Nazionale della Sicurezza. Ci aspettano tre notti consecutive di prove per i nuovi treni“.

In realtà i treni ordinati sono 20 ma al momento al deposito ve ne sono meno della metà (secondo Il Mattino otto). Nel frattempo cittadini e turisti devono far fronte a continui disservizi, tratte chiuse e orari anticipati. Una situazione che ormai va avanti da mesi e che penalizza Napoli e chi prende la metro. E pensare che era il 2019 quando l’ex sindaco de Magistris dichiarò:

Con i nuovi treni, Napoli seconda solo al Giappone“.

Tre anni dopo i nuovi treni sono ancora un miraggio. Il nuovo primo cittadino Manfredi ha dichiarato che entreranno in funzione per l’inizio dell’estate ma intanto ci saranno altri mesi di passione.

Potrebbe anche interessarti