Mostra d’Oltremare con musica e balli per i bimbi: evento gratuito per il 2 giugno

mostra festa 2 giugnoGrande festa per tutti i bambini giovedì 2 giungo dalle ore 17 nella Pineta del Teatro dei Piccoli alla Mostra d’Oltremare. Si chiama “Facciamo la pace” ed è il modo con cui a Napoli una nutrita rappresentanza di artisti, musicisti e operatori dell’infanzia celebrano con i ragazzi la Festa della Repubblica tra musica, canti, balli, laboratori, guarattelle.

MOSTRA D’OLTREMARE, PER IL 2 GIUGNO GRANDE FESTA PER I BAMBINI: INGRESSO GRATUTITO

Ospiti d’eccezione anche alcuni bimbi ucraini in un evento che è a ingresso gratuito. Come spiegato dagli organizzatori:

Un evento dal forte valore simbolico che dedichiamo ai più piccoli nel giorno in cui in Italia si festeggia la Repubblica che, ricordiamo, con l’articolo 11 della sua Costituzione ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali”.

Una festa di teatro e musica dedicata alla pace e all’integrazione a cui, d’intesa con l’Assessorato alle Politiche Sociali, sono stati invitati anche i tanti bambini ucraini ospiti della città. Musica, canti, balli, laboratori, burattini, guarattelle e racconti, ad ingresso gratuito, per offrire un pomeriggio di incontro, cultura e divertimento dedicato all’infanzia e alla pace tra i popoli.

La manifestazione è organizzata dall’Assessorato alle Politiche Sociali, dal Teatro dei Piccoli, dalla Mostra d’Oltremare, in collaborazione con I Teatrini, la Compagnia degli Sbuffi e la Casa delle Guarattelle di Napoli.

Con questa giornata – aggiungono gli organizzatori – apriamo idealmente la programmazione Open Air del Teatro dei Piccoli, il cui programma, inserito anche quest’anno nel progetto “Campania è” dell’AGIS e della Regione Campania sarà presto reso noto in tutti i dettagli”.

Soddisfazione è espressa dall’assessore alle politiche sociali Luca Trapanese:

‘’È con profonda gratitudine che ringrazio gli ideatori e organizzatori di questa giornata che vuole offrire ai bambini accolti a Napoli, con il loro bagaglio di paura e tristezza che nessun bambino dovrebbe essere costretto a portare, una giornata spensierata , all’insegna della gioia e dell’allegria. Gli artisti napoletani, conclude l’Assessore, da sempre tesoro inestimabile di talenti e depositari di culture millenarie che superano ogni barriera, ci regalano uno straordinario esempio di comunità che accoglie e protegge come figli propri tutti i bambini. Loro sono la nostra ricchezza e il nostro futuro di pace’’.

IL PROGRAMMA

Dalle ore 17 fino a sera andranno in scena i burattini in baracca di Aldo de Martino e della Compagnia degli Sbuffi, le antiche “guarattelle” di Bruno Leone e Salvatore Gatto, i clown di Teniamoci per Mano onlus, le performances musicali “one man band” di Ciro Formisano, lo spettacolo “La gatta che si mangiò la luna” di e con Fioravante Rea, fino agli spettacoli di Antonio Masucci, il più giovane burattinaio di Napoli. A questo si aggiungono, inoltre, il laboratorio di costruzione maschere curato da ‘I Teatrini’ e quello musicale di Nati per la Musica onlus, in attesa del gran concerto finale con la Scalzabanda.

Potrebbe anche interessarti