Fucarazzi di Sant’Antuono, roghi a Napoli: folla lancia sassi contro carabinieri e pompieri

falò
Falò, sassi contro carabinieri – immagine di repertorio

Falò, sassi contro carabinieri. Cataste incendiate nella tradizionale notte dei ‘fucarazzi’: i falò che a Napoli e provincia vengono incendiati in strada in occasione di Sant’Antonio Abate, protettore dei fornai e dei pizzaioli.

Falò, sassi contro carabinieri

I carabinieri, come riporta Ansa.it, la scorsa notte sono intervenuti, dopo diverse chiamate al 112 che segnalavano gruppi di ragazzi in zona Ponticelli- San Giovanni che trasportavano legna per incendiarla.

Sul posto sono arrivati i carabinieri della stazione Ponticelli, della compagnia Stella e i carabinieri del reggimento Campania. Qualcuno poi ha lanciato dei sassi colpendo il mezzo dei pompieri; danneggiati uno sportello e una serrandina.

Subito dopo, si sono spostati in via Taverna del Ferro dove i carabinieri hanno disperso la folla e i vigili del fuoco hanno domato le fiamme delle cataste appena incendiate. Verso mezzanotte la centrale del 115 è intervenuta nei pressi della scuola Rodinò dove hanno preso fuoco dei cassonetti. I carabinieri della stazione di Ponticelli mentre erano a bordo della gazzella sono stati colpiti dalla folla con dei sassi, danneggiato il parabrezza.

Cosa sono i falò

Cosa sono i fucarazzi di Sant’Antuono? Sembrerà bislacco o forse anche un po’ anacronistico, ma in questo giorno il sacro e il profano si uniscono: per scacciare la sfortuna o la malasorte, in mezzo alla piazza principale davanti alla chiesa di paese, gli abitanti riuniscono tantissimi ceppi ardenti e tanta legna da bruciare per dare vita ai tanto famosi fucarazzi. Questi fuochi artificiosi divampano in alto, le fiamme portano via la sfortuna e in base alla direzione del vento, i contadini intuiscono da che parte il raccolto per quell’anno sarà abbondante e fruttuoso. In passato intorno ai fucarazzi venivano fatti pascolare gli animali da cortile e da fattoria, per far sì che la “benedizione” di quel culto scendesse anche sugli amici a quattro zampe.


Potrebbe anche interessarti