Pozzuoli, tenta di violentare una mamma che aveva accompagnato il figlio a scuola: preso

pozzuoli violentare mamma
Immagine di repertorio

POZZUOLI – Ha seguito fino al parcheggio una mamma che aveva appena accompagnato il figlio a scuola e ha provato a violentarla. È quanto accaduto nella città puteolana dove solo il pronto intervento dei carabinieri ha evitato il peggio. La donna infatti si era rinchiusa in auto e paralizzata dalla paura non era riuscita a mettere in moto la vettura e scappare.

POZZUOLI, TENTA DI VIOLENTARE UNA MAMMA CHE AVEVA ACCOMPAGNATO IL FIGLIO A SCUOLA

A raccontare la triste vicenda sono i Carabinieri della locale Stazione che hanno arrestato per violenza sessuale un 51enne pregiudicato del posto.

I militari, allertati dal 112, sono intervenuti in via San Gennaro Agnano nel parcheggio pubblico vicino all’istituto scolastico IPSEOA Lucio Petronio. Qui si trovava la donna, 41enne, in stato di shock, che ha chiesto aiuto al numero d’emergenza dei Carabinieri. Si era chiusa all’interno dell’auto, poteva fuggire ma non riusciva a fare altro per la paura. Un uomo era davanti alla sua auto, la offendeva, urlava frasi oscene e la minacciava. Pretendeva di entrare in auto e più volte aveva tirato con forza la portiera. Quando la gazzella è intervenuta il 51enne era ancora lì, davanti all’auto dove la donna si era rifugiata. L’uomo si stava masturbando, i Carabinieri lo hanno arrestato e fornito i primi soccorsi alla vittima. I militari hanno constatato come la donna fosse lì perché aveva appena accompagnato il proprio figlio a scuola e che i 2 non si conoscessero. La vittima aveva capito di essere stata presa di mira dal 51enne e si si era chiusa all’interno dell’auto. Il terrore non le ha permesso di fare altro se non chiamare il 112 e fortunatamente l’intervento dei Carabinieri è stato provvidenziale. L’arrestato è stato trasferito in carcere in attesa di giudizio“.

FEMMINICIDI E VIOLENZE

Negli ultimi mesi dell’anno sono in aumento i casi di femminicidi e violenze ai danni delle donne. Per questo sono attivi una serie di numeri verde per denunciare quanto prima i casi di maltrattamento.

Potrebbe anche interessarti