Turris Catania 1-3, corallini in affanno: arriva la seconda sconfitta di fila

turris cataniaA Torre del Greco la Turris ospita il Catania per dimenticare immediatamente la cocente delusione di Monopoli. Una sconfitta per 2 a 1 arrivata all’ultimo minuto dopo aver giocato una sublime partita. Gli uomini di Caneo vogliono riprendere il cammino verso il sogno playoff e di fronte ritroveranno immediatamente l’ex centrale Lorenzini, passato da poco dalle file coralline a quelle etnee.

Una sfida importante, una sfida d’onore, una sfida di prestigio anche se gli obiettivi in classifica sono diversi. La Turris è quinta a 39 punti mentre il Catania è immischiato nella lotta salvezza (26 punti) e con un fallimento societario in corso.

Il match tra Turris e Catania

Una Turris in evidente affanno perde la partita consecutiva e affronta il primo momento buio della stagione. Un attacco sterile e una manovra lenta e un nervosismo elevato – accentuato dalle decisioni arbitrali – appannano la vista ai corallini che si imbattono contro un Catania solido e cinico.

Sotto un bellissimo sole primaverile, il primo tempo inizia un po’ compassato. Entrambe le squadre rischiano sull’impostazione dell’azione, perdendo dei dolorosi palloni. Ma è dal 18′ in poi che la partita si accende. Il Catania va vicino al vantaggio su un calcio d’angolo, ma Perina nega la gioia del gol. Rete che sarebbe potuta arrivare sul ribaltamento di fronte ma la difesa rosso azzurra sventa una pericolosissima azione.

Subito dopo è ancora la Turris a rendersi pericolosa con Leonetti, lanciato in avanti verso la porta che, sbilanciato dal difensore, tira alto. Al 22′ sono ancora gli ospiti a sfiorare il gol con Albertini che da fuori area spara un missile che si stampa sulla traversa corallina. Nella seconda metà della prima frazione i nervi saltano improvvisamente e l’arbitro è costretto a sventolare sotto i nasi molti cartellini gialli per tenere sotto controllo un gioco che inevitabilmente diventa molto spezzettato.

Il secondo tempo inizia subito in salita per la Turris, con il Catania che dopo 8 minuti passa in vantaggio con un gol di Albertini dopo un’ottima manovra offensiva guidata da Moro. Al 16′ l’episodio incriminato che fa infuriare tutto lo stadio e cambia la partita. Tascone viene ingiustamente espulso per doppia ammonizione e sulla punizione successiva Luca Moro trova il gol del 2 a 0 con un perentorio colpo di testa. Tanto il nervosismo in campo e sugli spalti dopo questo episodio. La Turris con il cuore prova a riaprire la partita e al 45′ è Ghislandi ad accorciare le marcature dopo una ribattuta in area di rigore. Nervosismo alle stelle nel finale di recupero, perdite di tempo continue degli ospiti e Caneo viene espulso per proteste dopo essere andato a muso duro contro la panchina etnea. E’ però un errore di Manzi a spalancare la strada a Zanchi e a regalare il gol del 1 a 3.

Potrebbe anche interessarti