Turris-Andria 1 a 0: i corallini portano a casa la partita con le unghie e i denti

turris fidels andriaTorre del Greco – la Turris sfida la Fidelis Andria per rimanere sul treno dei playoff. La vittoria contro il Foggia – preceduta da 5 sconfitte consecutive – ha ridato morale alla squadra di Caneo, come si è visto anche a Campobasso (partita sospesa sul 1 a 2 per troppa neve e da recuperare il prossimo 23 marzo). Dal canto suo, anche l’Andria vuole dare seguito all’ultima vittoria in casa contro il Taranto e dare punti ad una classifica che li vedi immischiati nella lotta per non retrocedere.

Il match tra Turris e Andria

La Turris porta a casa 3 punti d’oro contro l’Andria, importantissimi per la partita ma soprattutto per l’economia della partita. Una sfida dura dove i corallini, nonostante diverse occasioni da gol, non sono apparsi brillanti e la difesa pugliese era riuscita a chiudere bene tutti gli spazi. Padroni di casa che hanno subito dovuto fare a meno di Giannone a causa di un infortunio e solamente un rimpallo ha permesso agli uomini di Caneo di trovare il gol del vantaggio e portarsi a 45 punti in classifica.

La Turris inizia il primo tempo con l’argento vivo in corpo. Dopo pochi minuti doppia occasione per i corallini, prima con un tiro di Giannone sull’esterno della rete e poi un pallonetto di Santaniello che si stampa sul palo salvando la difesa dell’Andria. Al 19′ però i padroni di casa devono fare a meno dello stesso Giannone che poco prima aveva avuto un duro scontro e ad avere la peggio è stata la sua caviglia sinistra – al suo posto entra Pavone. Al 26′ è ancora la Turris a sfiorare il gol con Franco, il suo sinistro esce di pochissimo fuori dopo una splendida azione corale sulla fascia sinistra. Dal 30′ però l’Andria ha messo per due volte paura all’estremo difensore della Turris con due conclusioni finite di poco a lato dopo due contropiedi ben gestiti.

Nel secondo tempo è l’Andria a scendere più cattiva in campo ma è sempre la Turris a sfiorare poi il gol del vantaggio. Al 10′ tripla occasione in area di rigore con un batti e ribatti nei 16 metri pugliesi che prima Di Nunzio, poi Santaniello e infine Pavone non sono riusciti a mettere la palla dentro a pochi metri dalla porta. E’ la Turris a fare la partita per tutto il secondo tempo con il suo possesso, troppo sterile senza mai trovare sbocchi pericolosi, ma al 30′ è l’Andria che va vicinissima al vantaggio con l’ennesimo contropiede. Sul ribaltamento di fronte è Leonetti a far esplodere di gioia lo stadio, dopo un rimpallo in area, trova la buca d’angolo con il suo destro e fa 1 a 0 per la Turris. L’Andria non si arrende e al 45′ va vicinissima al pareggio sul primo calcio d’angolo della partita con un colpo di testa di Riggio, staccato in area completamente da solo.

Potrebbe anche interessarti