Festa San Vincenzo Romano: il programma religioso. Si può visitare la casa

Festa San Vincenzo Romano
Festa San Vincenzo Romano

Festa in onore di San Vincenzo Romano. La città di Torre del Greco si prepara a ricordare il parroco diventato Santo. Come da calendario liturgico la Basilica di Santa Croce per giornata del 29 novembre ha già programmato un calendario speciale di funzioni religiose.

Festa San Vincenzo Romano. Il programma religioso

Ore 7.30 – 9.30 celebrazioni eucaristiche

Ore 8.30 banda musicale ACMT di Torre del Greco. Inizia dalla Piazza il giro per il territorio parrocchiale e raggiunge le scuole elementari del centro cittadino.

Ore 11 Concelebrazione UAC della Regione Campania – Don Giorgio Cozzolino

Ore 18.30 Celebrazione Eucaristica del presbiterio cittadino presieduta da don Ciro Miniero, Arcivescovo coordinatore di Taranto

0re 20.30 Esposizione del SS.mo Sacramento, adorazione, vespro e benedizione

 La casa del Santo

Visita alla casa del Santo  in via Piscopia dal 27 al 30 novembre alle ore 10-12 e 16-18

Incontri con i portatori del Carro

Presso l’oratorio Don Bosco – Chiesa dell’Assunta alle ore 20

 Verso l’Immacolata

La Festa per San Vincenzo Romano anticipa quella dell’8 dicembre quando la città di radunerà intorno all’Immacolata Concezione, patrona di Torre del Greco. La Basilica Santa Croce già da giorni ha intrapreso un percorso di funzioni religiose, un cammino di crescita nella fede. Nel programma pubblicato si legge:


Carissimi fratelli e sorelle
vi consegniamo, non un programma, ma un percorso per crescere nella fede e
nella vita comunitaria e per vivere grati al Signore i prossimi giorni grondanti di
grazia con la festa liturgica di San Vincenzo Romano, che rimane fissata al 29
novembre.
“Ave Maria” è il tema del carro trionfale, ispirato alla preghiera che ci viene
insegnata fin da bambini e che, soprattutto nelle difficoltà, riaffiora sulle labbra e nei
cuori.
«Fedeli miei – sono le parole di san Vincenzo – siate devoti della Madonna.
Una sola parola di Maria Santissima al suo Divin Figlio basta a far ottenere
qualunque grazia».
Con l’esortazione del nostro Santo Parroco, vogliamo disporci a vivere con
“fede viva” i prossimi giorni che sono propizia preparazione al Natale del Signore.
L’Immacolata ci custodisca con la sua tenerezza materna.
Buon cammino don Giosuè, don Antonio e il consiglio pastorale

Potrebbe anche interessarti