Ennesima tragedia alla Norman Atlantic: muiono due partenopei

Norman Atlantic incidente

L’anno 2014 volge al termine e come sempre si tirano le somme, si fa il bilancio, positivo o negativo che sia, di ciò che è successo, sperando di lasciarsi alle spalle tante situazioni spiacevoli per dare spazio alle novità del nuovo anno imminente. Purtroppo la cronaca, in qualche modo, si tinge sempre di nero: l’ennesimo rogo che ha travolto la “Norman Atlantic“, avvenuto a Brindisi, è costato la vita a due napoletani. Inoltre c’è un’altra persona dispersa di cui al momento non si hanno tracce.

Si tratta di due camionisti partenopei, Giovanni Rinaldi, 32enne di Torre del Greco e Michele Liccardo di 32 anni, di Villaricca, che si accingevano a trasportare il pesce per il cenone di Capodanno. Ognuno dei tre ha lasciato, senza possibilità di ritorno, famigla e figli. La persona dispersa si chiama Carmine Balzano, 55 anni di Napoli. I tre erano dipendenti dell’ “EuroFish“, sede di Mugnano, il cui dipendente è Pietro Avolio, presidente del consorzio ittico napoletano. Attualmente i corpi delle vittime si trovano sulla nave della “Marina San Giorgio” ed Avolio è in viaggio per identificare i due cadaveri. Nel frattempo ai dipendenti della Capitaneria è toccato l’arduo compito di mostrare le foto dei feretri ai familiari, i quali li hanno subito riconosciuti.

La moglie di Rinaledi amareggiata e sofferente ha commentato  su Facebook :“Ringrazio tutti per il vostro affetto! Io mio marito lo sento ancora qui con me e sarà così per sempre…”. Parole che non hanno bisogno di commenti, che lasciano intendere tutto lo sgomento di una donna che ha perso una delle persone più importanti della sua vita in una circostanza impensabile.

Potrebbe anche interessarti