“Così fan tutte”, l’opera “scandalosa” di Mozart ambientata a Napoli

C’è anche Napoli nel repertorio di Wolfgang Amadeus Mozart, celebre compositore salisburghese, che scrisse le musiche dell’opera buffa in due atti “Così fan tutte”, ossia  “La scuola degli amanti”. E’ la terza ed ultima delle tre opere italiane “buffe” scritte da Mozart su libretto di Lorenzo da Ponte, e gli fu commissionata dall’imperatore Giuseppe II d’Asburgo-Lorena. “Così fan tutte ” fu rappresentata per la prima volta il 26 gennaio 1790 al Burgtheater di Vienna con Adriana Ferraresi Del Bene e Francesco Benucci, diretta dal compositore.

LA TRAMA

Due giovani ufficiali di Napoli scommettono sulla fedeltà delle loro fidanzate. Per metterle alla prova, fingono di partire per la guerra e ricompaiono dopo poco travestiti. Sono irriconoscibili e buffi, ma pur sempre attraenti. Cercano di conquistare la fidanzata dell’altro e chiedono la loro mano. Dopo qualche resistenza, ottengono il fatidico sì. A questo punto si fanno riconoscere, suscitando imbarazzo e pentimento nelle due fanciulle. Artefice della cinica scommessa è Don Alfonso, il quale trova nella cameriera Despina un’abilissima ed esilarante complice.

I PERSONAGGI

FIORDILIGI – dama ferrarese abitante in Napoli, sorella di Dorabella, soprano
DORABELLA – dama ferrarese abitante in Napoli, sorella di Fiordiligi, soprano
GUGLIELMO – amante di Fiordiligi, ufficiale, baritono
FERRANDO – amante di Dorabella, ufficiale, tenore
DESPINA – cameriera, soprano
DON ALFONSO – vecchio filosofo, basso

L’OPERA

“Così fan tutte” è molto amata ancora oggi, e il segreto della sua longevità sta proprio nella magia senza tempo della musica mozartiana e nella storia intrigante raccontata con grande maestria dai versi di Lorenzo Da Ponte. La scommessa, fulcro della vicenda, mette alla prova la saldezza dei sentimenti per svelare tutte le fragilità dell’essere umano. L’opera è considerata una delle migliori di Mozart, ma all’epoca fu condannata come immorale per l’alto tasso erotico e seducente e per l’inganno amoroso (di entrambi i sessi) che la regge.

Fonti: cantarelopera.com; rodoni.ch

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più