“Il corpo dell’idea”: gli autografi di Leopardi e Vico in mostra al Palazzo Reale

NAPOLI – Un confronto tra Leopardi e Vico. Giovedì 21 marzo alle 16:00, nella sala Sala Dorica del Palazzo Reale di Napoli, si inaugura la mostra “Il corpo dell’idea. Immaginazione e linguaggio in Vico e Leopardi“, visitabile fino al 21 luglio. L’evento inaugura le celebrazioni del bicentenario de “L’infinito” di Giacomo Leopardi, organizzate dal Comitato Nazionale istituito dal Ministro dei Beni Culturali.

I visitatori potranno ammirare una importante selezione di preziosi originali e di antichi manoscritti risalenti al ‘500 e al 700, provenienti dalla Biblioteca Nazionale di Napoli. Tra questi ricordiamo: gli autografi della “Scienza Nova” di Giambattista Vico, lo “Zibaldone”, le “Operette Morali”, la “Primavera”, il frammento dello Stratone da Lampsaco, la “Ginestra” e “L’infinito” di Giacomo Leopardi. La mostra è impreziosita dalla presenza di sculture provenienti dal Museo Archeologico Nazionale e dal Museo di Palazzo Reale.

L’incontro tra le opere di Giambattista Vico e di Giacomo Leopardi ha lo scopo di instaurare un confronto tra il filosofo e il poeta. «La narrazione – afferma Francesco Mercurio direttore della Biblioteca Nazionale Vittorio Emanuele III – si sviluppa attraverso un itinerario tra gli Dei, gli Eroi e gli Uomini. Mitologia, filologia e poesia si intrecciano attraverso le parole di Vico e Leopardi in un dialogo tra i due che sembra non appartenere ad un tempo e uno spazio finito, ma prosegue oltre, in un flusso senza soluzione di continuità, che giunge fino a noi, uomini del XXI secolo».

All’inaugurazione di giovedì 21 marzo interverranno Francesco Mercurio, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, il consigliere del Presidente per la Cultura Patrizia Boldoni, il direttore del Polo Museale della Campania Anna Imponente, il direttore del Palazzo Reale di Napoli Paolo Mascilli Migliorini e il presidente del Comitato Nazionale per il Bicentenario dell’Infinito Giuseppe Balboni Acqua.

Orari
Lunedì – venerdì dalle 10 alle 17.
Sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 19.
Mercoledì chiuso.

Ingresso libero

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più