L’Antiquarium di Boscoreale e la vita quotidiana del popolo vesuviano

Antiquarium

Boscoreale è un’accogliente cittadina che sorge alle pendici del Vesuvio e già dall’epoca sannitica, grazie alla fertilità del suo terreno, fu subito abitata da innumerevoli popolazioni e venne nuovamente popolata anche dopo l’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C.

In età augustea, brulicava di ville e fattorie dedite alla coltura della vite, cereali e ulivi. Insieme a Boscotrecase era divenuto un sobborgo di Pompei ed assunsero il nome di Pagus Augustus Felix Suburbanus. Proprio gli innumerevoli e prestigiosi reperti archeologici che sono venuti alla luce hanno dettato l’esigenza di erigere un museo che li esponesse e desse a tutti la possibilità di ammirarli.

L’ Antiquarium di Boscoreale è stato inaugurato nel 1991, su concessione della sopraintendenza di Pompei, per dare la possibilità agli innumerevoli visitatori di conoscere la vita che si snodava in quelle zone prima che venissero colpite dall’eruzione del Vesuvio. Ci sono innumerevoli reperti provenienti dai siti di Pompei, Terzigno, Stabia, Ercolano e la stessa Boscoreale.

L’Antiquarium si presenta con un titolo già molto significativo: “Uomo e ambiente nel territorio vesuviano”. Questo museo vuole proporsi, quindi, come una specie di viaggio che ripercorre il modus vivendi delle popolazioni che hanno abitato queste aeree e lo stretto rapporto che intercorreva tra l’uomo e l’ambiente circostante. Esso è suddiviso in due ampie sale.

scavi di boscoreale

Nella prima sala ci sono dei reperti come zappe, anfore vinarie, resti vegetali di vini e pigne e altri oggetti che appartenevano a quella lontana epoca: insomma si può ben comprendere che questa sala è dedicata alle caratteristiche fisiche del territorio e a tutte le attività che l’uomo poteva esercitare in questo ambiente ( caccia, allevamento, pesca) e sono messi in mostra gli oggetti di cui esso si serviva.

Nella seconda sala sono esposti i maggiori ritrovamenti archeologici ritrovati nel sito di Boscoreale e provengono dalle più belle Ville scoperte nel territorio circostante. Da Villa Regina provengono una tazza in ceramica e delle lucerne, da Villa della Pisanella invece provengono dei sigilli in bronzo e un bel frantoio in pietra lavica.

frantoio pietra lavica

Percorrendo le sale dell’Antiquarium di Boscoreale si può ben comprendere la storia dei tempi remoti. Non a caso, attraverso l’esposizione di oggetti di uso comune, si vogliono catapultare i visitatori nella vita spartana di un tempo e far comprendere le abitudini quotidiane delle persone che abitavano nel territorio vesuviano.

 

Informazioni utili

Antiquarium di Boscoreale

Via Settetermini 15

80041 Boscoreale

Tel: 081/ 5368796

Costo biglietto

Intero: € 5.50; Ridotto : € 2.75

La biglietteria chiude un’ora e mezza prima dell’ultima visita.

ORARIO

08.30 – 17.00  dal 1 novembre al 31 marzo

 08.30 – 19.30 dal 1 aprile al 31 ottobre
Aperto il 1° maggio.

Chiuso : 1 gennaio, 25 dicembre

http://www.pompeiisites.org/

http: //www.coopculture.it/ 

Potrebbe anche interessarti