Circo senza animali, spettacolare show con elefanti e tigri virtuali: 150 biglietti gratis

san giorgio circo senza animali
Circus Atmosphere, il circo senza animali a San Giorgio

A San Giorgio a Cremano, in provincia di Napoli, dal 18 novembre arriva Circus Atmosphere, il primo circo senza animali con spettacolari ologrammi, accompagnati dalle performance di prestigiosi artisti e acrobati. Gli spettacoli si terranno in via Manzoni fino all’11 dicembre. Sono previsti biglietti omaggio per le famiglie in difficoltà. A renderlo noto è il sindaco Giorgio Zinno.

San Giorgio, arriva Circus Atmosphere: il circo senza animali

“Cari concittadini, dal 18 novembre all’11 dicembre, nella nostra città arriverà il Circus Atmosphere, un vero e proprio circo teatro senza animali veri ma con straordinari ologrammi e prestigiosi artisti ed acrobati che daranno vita ad uno spettacolo unico nel suo genere” – si legge nella pagina Facebook ufficiale dello staff del primo cittadino.

Un evento spettacolare ma in linea con l’ordinanza che vieta la presenza di circhi con animali in città e il successivo Regolamento per la Tutela e il Benessere degli animali, approvato dal Consiglio Comunale, che dispone il divieto di “utilizzare animali per il pubblico divertimento in contrasto con la normativa vigente”.

Un vero e proprio show proiettato nel futuro che predilige l’utilizzo di nuove spettacolari tecnologie, evitando l’esibizionismo di animali veri. Così delfini, balene, squali e meduse fluttueranno nell’aria, quasi a trasformare la sala in un grande acquario. Gli spettatori “toccheranno” con mano giraffe, leoni, tigri ed elefanti che, rigorosamente in forma di ologramma, vagheranno tra il pubblico, liberi dalle catene, a suon di musica.

Con loro ci saranno ballerini, pattinatori, maghi e tanti artisti che regaleranno momenti magici ed emozionanti ad adulti e bambini. L’amministrazione comunale, per l’occasione, ha voluto omaggiare alcune famiglie: “Abbiamo deciso di concedere gratuitamente 150 biglietti da offrire alle famiglie in difficoltà con minori e diversamente abili che verranno distribuiti direttamente dai Servizi Sociali dell’Ente”.


Potrebbe anche interessarti