Domenica 12 giugno 2016. Ad Amalfi la regata storica delle Repubbliche marinare

regata
Avrà luogo domenica 12 giugno 2016 nello spettacolare scenario del golfo di Amalfi la regata storica delle Repubbliche marinare. Un evento che si verifica ogni quattro anni. La manifestazione sportiva giunta alla 61ª edizione, fu istituita nel 1955 con lo scopo di rievocare le imprese e la rivalità delle più note Repubbliche marinare italiane e coinvolge anche Pisa, Venezia e Genova, ovvero le altre città marinare che per secoli si sono contese la supremazia sul Mediterraneo con Amalfi.

La regata è preceduta dal corteo storico di Amalfi, ideato dallo scenografo Roberto Scielzo, che rappresenta la società amalfitana negli anni intorno al Mille, quando la repubblica marinara campana aveva raggiunto il massimo apogeo. I costumi, di stile arabo-bizantino, sono confezionati mediante le stoffe pregiate di seta, lino, broccato, damasco importate dall’impero d’Oriente. Nel corteo sono presenti i rappresentanti delle varie classi sociali, la disposizione del corteo è la seguente: 3 rematori; 10 valletti ed il gonfaloniere; 5 trombettieri; il console della Repubblica; 3 paggi del console; 2 giudici; il console del mare; 2 ambasciatori; il duca; 2 paggi del duca; 4 cavalieri; 6 alfieri; 4 dame e 4 cavalieri della corte; lo sposo e la sposa; 6 paggi; 4 timpanisti; il navarca; 9 marinai; 9 arcieri.
Elemento centrale del corteo è il matrimonio del figlio del duca con una nobildonna figlia di un dinasta o di un prestigioso aristocratico di un vicino principato longobardo. Con tale matrimonio veniva sancita la maggiore età raggiunta dal rampollo amalfitano (18 anni) e la sua associazione al potere politico. I cavalieri di San Giovanni di Gerusalemme, il cui costume è divenuto francobollo nazionale, rievocano infine il fondatore del Sovrano Ordine Militare, diventato poi di Rodi e quindi di Malta, Fra Gerardo Sasso di Scala.

La regata, invece, costituisce il momento centrale di tutta la manifestazione. I quattro galeoni, lunghi 11 m e pesanti 760 kg, sono condotti da 8 rematori a sedile fisso e da un timoniere che sta in piedi nel castelletto di poppa, adorno della bandiera di ciascuna Repubblica. Per distinguersi in gara le barche portano ognuna i colori tradizionali delle quattro città marinare: azzurro per Amalfi, bianco per Genova, rosso per Pisa, infine verde per Venezia. La gara ha luogo su di un percorso di 2.000 m percorsi in mare da Conca dei Marini ad Amalfi. Chiude l’evento uno spettacolo di fuochi artificiali che illumina l’intero golfo.

Programma
ore 16.30
Corteo storico
ore 18.15
Palio remiero

Quando: Domenica 12 giugno 2016, dalle ore 16:30 alle ore 19:30.

Dove: Amalfi

Qui la pagina Facebook dell’evento.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più