Vintage Days a San Giorgio a Cremano, mercatino e DJ Set: ingresso gratuito

Siamo distanti un po’ chilometri dai Markt berlinesi o da Camden town a Londra, ma tutto ciò che di buono ha influito sulla costruzione ideologica di certi luoghi di culto modaioli nell’essenza del “costante ritorno” e di un brand identitario come il vintage hanno oramai invaso il nostro immaginario.

A San Giorgio a Cremano, storica cittadina vesuviana che ha dato i natali a Troisi in provincia di Napoli, dall’idea di alcuni amici con la passione per il feticcio di memorabilia e del classico intramontabile e lontani da certe ondate di tendenza di “finto vecchio” arriva il “Vintage Days”.

La Manifestazione giunta alla sua terza edizione nella suggestiva location di Villa Bruno, storica cornice tra le più belle del complesso delle ville vesuviana avrà luogo nel prossimo weekend tra il 9 e il 10 di Giugno.

Come nella trasversalità artistica di chi certe cose le fa con passione il mercatino non rimarrà confinato in quanto tale, oltre ai consueti stand che accompagneranno il passaggio sin dal piazzale d’ingresso fino ai giardini, previste apposite aree di soste e relax oltre a food and drink ad accompagnare degnamente le giornate con la giusta colonna sonora una consolle sarà posizionata all’interno della Fonderia Righetti, adiacente l’area verde, che ospiterà Domenica le esibizione in dj set di Cicciò Sciò, DNApoli, Pakoworld mentre il giorno prima è prevista area free per quanto concerne l’intrattenimento musicale.

Gli stand che saranno protagonisti dell’evento oltre al consueto abbigliamento vedranno l’esposizione di scarpe, oggettistica, vinili, collezionismo di ogni tipo, ludica, e non solo.

Villa Bruno è facilmente raggiungibile anche per coloro che si spostano con i mezzi pubblici, ricordiamo che la fermata della Circumvesuviana Cavalli di Bronzo è proprio a 20 metri dalla fiera e ricordiamo inoltre che l’ingresso dell’apertura mattutina sino a sera è assolutamente gratuito.

Per maggiori informazioni contattare la pagina Facebook del “Vintage Days”.

Potrebbe anche interessarti