Presepe Contest: intitolato all'”Angelo di Carditello” il concorso per i non residenti

Si chiude la parentesi del concorso online “2° Presepe Contest Città di San Prisco”, organizzato dall’associazione “Alle Pendici del Tifata”, dalla FIDC sezione di San Prisco e dall’Associazione “Storia Locale San Prisco”. Il Contest online ha ricevuto l’adesione di oltre 100 presepi arrivati da tutta la penisola e in alcune occasioni anche oltralpe.

Il punteggio delle due categorie in gara (Residenti e non Residenti) è stato concepito sulla base di un 60% attribuito al peso dei like per ogni singolo presepe e sul restante 40% attribuito dai voti di quattro giurati. Oscar Caiazza, Mariagrazia Ventriglia e Cristina di Monaco si sono piazzati rispettivamente ai primi tre posti della categoria residenti, al presepe delle suore eucaristiche di San Vincenzo Pallotti è andato invece il premio della giuria.

Nella categoria non residenti c’è stata la straordinaria affermazione del 90enne Domenico Presti di Palermo. Al secondo posto si è piazzato Antonio Donato di Milazzo in provincia di Messina, al terzo ex aequo Candida Ligas della Sardegna e Luciano Manfredi di Roma, mentre il presepe di Paola Desogus dalla Sardegna ha ricevuto il premio della giuria per l’originalità (un presepe fatto tutto ad uncinetto).

Nel corso della cerimonia è stata conferita una targa a Giuseppina Moronese, moglie del compianto Tommaso Cestrone, meglio conosciuto come l’Angelo di Carditello, consegnata dall’artista Alessandro Del Gaudio che partecipò all’iniziativa “100 Artisti per Carditello”.

Il momento della consegna della Targa a Tommaso Cestrone
Il momento della consegna della Targa alla memoria di Tommaso Cestrone

La targa è stata il prologo della dedica all’Angelo di Carditello del concorso riservato alla categoria non Residenti. “L’omaggio alla memoria di Tommaso Cestrone la dedica della categoria non Residenti è stato un piccolo atto dovuto, un doveroso riconoscimento verso una persona che con il suo comportamento e la sua determinazione ci ha ispirato e ci ha persuaso del fatto che la nostra meravigliosa quanto difficile terra meriti di più. Ovviamente il nostro è stato un piccolo gesto, condiviso a 360° da tutti i membri dell’associazione Storia Locale San Prisco. Ora ci aspettiamo gesti e riconoscimenti per tutto quello che ha fatto Tommaso di gran lunga più significativi”, hanno dichiarato gli organizzatori del contest online

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più