Ercolano, Via Crucis agli Scavi con il Cardinale Sepe: luci suggestive e scenografiche

Ercolano –  Fervono i preparativi per la Via Crucis che si terrà venerdì santo come da tradizione e sarà presieduta dal Cardinale Crescenzio Siepe. Il percorso partirà da Piazza Trieste e terminerà all’interno del Parco Archeologico. La cerimonia avrà inizio alle 19.30.

Per l’occasione è stato stabilito il dispositivo di traffico che sarà operativo a partire dalle ore 15 del 19 aprile e che prevede la chiusura al traffico e il divieto assoluto di sosta nelle aree di via IV Novembre, corso Italia e corso Resina interessate dalla processione.

Tutto il percorso della Via Crucis sarà illuminato grazie alle installazioni di Engie, player mondiale dell’energia e dei servizi, impegnata nella transizione a zero emissioni di Co2 al fianco di territori e imprese, partner del Comune di Ercolano nella gestione della pubblica illuminazione. Assicurerà una luce speciale e scenografica per l’intero percorso della Via Crucis.

Così commenta il sindaco Ciro Buonajuto l’iniziativa: “Sarà una delle cerimonie più seguite del Venerdì Santo e, sicuramente, tra le più suggestive visto che unisce la città moderna con quella risalente a duemila anni fa. Si è creata un’ottima sinergia con la Chiesa, il Parco Archeologico e le forze dell’ordine affinché tutto venga realizzato nel modo migliore. In tal senso, intendo ringraziare la società Engie per il prezioso contributo che metterà a disposizione di questa iniziativa i propri mezzi ed il proprio know-how”.

Engie provvederà ad illuminare il cammino della Via Crucis, in particolare all’interno del Parco Archeologico, mediante proiettori architetturali che evidenzieranno le stazioni del percorso creando un’atmosfera suggestiva.

“Siamo lusingati di essere ancora una volta al fianco del Comune di Ercolano e di poter partecipare attivamente a questa suggestiva cerimonia – ha dichiarato Fabrizio di Battista, Direttore Area Adriatica Sud di Engie Italia – Siamo soprattutto felici di essere vicini ai cittadini anche nelle occasioni speciali ed essere presenti in tradizioni più ricche di significato, storia e spiritualità”.

Potrebbe anche interessarti