Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: le iniziative a Napoli

La giornata internazionale contro la violenza sulle donne fa parte di quelle ricorrenze che nessuno di noi vorrebbero mai celebrare, eppure sono più che mai necessarie. Questo vale in particolare per la Campania, dove, secondo recenti statistiche, oltre cinque donne al giorno sono vittime di abuso.

Il Comune di Napoli, dunque, ha presentato per l’occasione una rassegna articolata in iniziative di vario genere. Assemblee pubbliche, seminari, laboratori, tutti volti alla promozione, sensibilizzazione e condivisione di una narrazione positiva, libera e giusta delle relazioni tra i sessi.

Qui di seguito proponiamo solo alcuni degli eventi in calendario per la giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Il calendario completo delle iniziative è disponibile sul sito ufficiale del Comune di Napoli al seguente link.

25 novembre

15:30 – 18:00: Diciamo No alla violenza contro le donne

Luogo: PalaBarbuto, Viale Giochi del Mediterraneo Proponente: Associazione International Police Training

Corsi e seminari gratuiti per le donne tenuti dagli Istruttori della IPTS e da esperte psicologhe. Saranno trattati i seguenti argomenti: analisi dei dati e delle forme di violenza, nozioni di vittimologia e criminologia, prevenzione difensiva efficace, gestione del confronto, effetti psicofisici destabilizzanti, tecniche e tattiche di difesa personale, e anche un focus sull’uso difensivo dello spray al peperoncino. Contatti: info@ipts.it

17:30 – 19:00: Presentazione di “Hshouma. Corps et sexualité au Maroc” di Zainab Fasiki (Massot Editions, 2019) Luogo: Libreria Tamu, Via Santa Chiara, 10

Una presentazione di libri, seminari e performance su “Genere, libertà individuali e Islam tra le due sponde del Mediterraneo”. Le questioni saranno trattate da due punti di vista: quello della sociologa e consigliera comunale di Milano Soumaya Abdel Qader, attivista musulmana in Italia e quello di Zainhab Fasiki, fumettista marocchina atea, che si batte per le libertà individuali di autodeterminazione al proprio corpo, in un paese in cui la religione islamica è strumentalizzata per fini patriarcali. Contatti: sara.borrillo@gmail.com

26 novembre

10:00– 20:00: Mostra “In cammino” (dal 26 novembre al 08 dicembre)
Luogo: Chiesa dei Santi San Marcellino e Festo, Largo San Marcellino

La mostra fotografica raccoglie gli scatti della giornalista Alessandra De Cristofaro, che raccontano le vite violate dalla tratta, ma anche i sogni possibili grazie alla protezione e al reinserimento sociale delle vittime. Obiettivo è richiamare l’attenzione sul riscatto dopo le violazioni e in particolare sul tema della violenza e degli abusi di genere. 

12:00 – 13:00: I Municipalità dedica una Panchina Rossa a Tiziana Cantone

Luogo: Piazzetta Augusteo

In una giornata così importante, non poteva mancare un’iniziativa volta a sensibilizzare gli animi sulla forma più subdola e più pericolosa di violenza: quella psicologica, e in particolare la violenza sul web. Tiziana Cantone, vittima del sessismo e della discriminazione sui social, lascerà un degno ricordo con la sua panchina rossa.

27 novembre: Up to Youth

Dal 27 al 29 novembre, ore 16:00 – 19:00

Luogo: Palazzo delle Arti di Napoli, via dei Mille, 60

Up to Youth è un corso di formazione gratuito che fornisce strumenti utili per iniziare da zero un’avventura imprenditoriale. L’edizione 2019 si concentrerà sull’imprenditoria femminile, e chi parteciperà al corso potrà poi usufruire dell’assistenza gratuita dei Business Mentor MicroLab per sviluppare la propria idea d’impresa. Programma:

27 novembre: Business Model Canvas – dott.ssa Valeria Alinei e dott. Clemente Arvonio

28 novembre: Business Plan e controllo di gestione – dott. Claudio Cattedri e ing. Mauro Naddei

29 novembre: Accesso al credito e testimonianze di imprenditrici – dott. Clemente Arvonio

La partecipazione al corso è gratuita previa iscrizione. Posti limitati. Contatti: 388 10 733 94, uptoyouth@associazionemicrolab.it

3 dicembre

17:00 – 20:00 Tavola rotonda sulla violenza di genere

Luogo: Corso Vittorio Emanuele, 135

Un team specializzato parla con gli studenti e spiega loro cosa c’è prima del femminicidio, quali sono i segnali, i comportamenti, le dinamiche e le attenzioni che dovrebbero preoccupare chi le subisce. La tavola rotonda del 3 Dicembre fa il punto della situazione per individuare percorsi futuri da tracciare e azioni da intraprendere per aiutare le donne in difficoltà e in pericolo.

Potrebbe anche interessarti