Napoli Teatro Festival 2020: riparte con ben 130 eventi in 19 location all’aperto

napoli teatro festival

In un momento ancora troppo complicato per l’intero mondo dello spettacolo, il teatro napoletano fa un grande passo verso la rinascita: quest’anno, infatti, sebbene non nelle date inizialmente prefissate, torna il Napoli Teatro Festival dal 1 al 31 luglio 2020. Il festival si svolgerà in 19 luoghi tutti all’aperto con la sola eccezione del Teatro di San Carlo e ospiterà ben 130 eventi.

“Il teatro rinasce con te”: questo è lo slogan della tredicesima edizione del Napoli Teatro Festival Italia, la quarta diretta da Ruggero Cappuccio, realizzata, nonostante l’emergenza sanitaria che ha colpito l’intero paese, con il sostegno della Regione Campania e organizzata dalla Fondazione Campania dei Festival, presieduta da Alessandro Barbano.

Inizialmente fissata per giugno e poi rinviata a causa della pandemia, la manifestazione torna con una ricchissima programmazione quasi totalmente all’aperto che darà spazio a teatro, danza, letteratura, cinema, video/performance, musica e mostre: saranno, come già sopracitato, ben 130 gli eventi, per un calendario di un mese, distribuiti in 19 luoghi all’aperto e nel Teatro di San Carlo.

Le platee saranno, ovviamente, allestite nel rispetto delle distanze di sicurezza e divise tra Napoli e altre città della Campania (Salerno, Solofra, Pietrelcina e Santa Maria Capua Vetere), dove andranno in scena creazioni italiane e coproduzioni a conferma dell’attività produttiva della Fondazione Campania dei Festival.

Questa edizione presenterà 34 spettacoli di prosa nazionale, di cui 28 prime assolute, consolidando la struttura in sezioni: Italiana, Osservatorio, Danza, SportOpera, Musica, Letteratura, Cinema, Mostre, Progetti Speciali. Il Festival, dunque, rinnova la sua grande attenzione alla multidisciplinarità e interdisciplinarità dell’arte.

La sezione Internazionale, invece, che negli anni passati ha portato a Napoli grandi nomi della scena artistica contemporanea, è stata riprogrammata a partire dall’autunno e vedrà in scena artisti come il coreografo greco Dimistris Papaioannu, l’artista belga Jan Fabre, Ramzi Choukair e Sulayman Al-Bassam.

napoli teatro festivalInoltre, con lo scopo di supportare la ripresa del settore artistico in grave difficoltà a causa della crisi economica indotta dal Covid-19, Napoli Teatro Festival conferma la propria attenzione e il proprio sostegno a favore di produzioni e compagnie del territorio campano e napoletano, insieme a tante realtà del panorama nazionale.

Spicca la collaborazione con la Direzione Regionale Musei Campania, poiché sarà il Palazzo Reale di Napoli la sede principale del festival. Tra i tanti altri luoghi di Napoli coinvolti ci sono anche il Real Bosco di Capodimonte, il Circolo Canottieri, il Palazzo Fondi, i cortili dei palazzi del Rione Sanità, il Rione De Gasperi, la spiaggia delle Monache a Posillipo.

Per quanto riguarda i luoghi sparsi per la regione, spiccano il Duomo e il cortile del Teatro Ghirelli a Salerno, il Complesso Monumentale di Santa Chiara a Solofra, il Teatro Naturale di Pietrelcina e l’Anfiteatro di Santa Maria Capua Vetere. Il Teatro Stabile di Napoli, invece, collabora col Festival attraverso la coproduzione di due spettacoli inseriti nella categoria “Progetti Speciali”.

Si rafforza, inoltre, la sinergia creata tra la Fondazione Campania dei Festival e gli Istituti di cultura locali (Institut Français; Goethe-Institut; Istituto Cervantes; British Council). Il racconto di alcuni momenti del Festival, invece, sarà affidato a Rai Radio 3 e Radio CRC Targato Italia, media partner ufficiale della manifestazione.

Il Napoli Teatro Festival Italia, per concludere, fa parte della rete Italia Festival e dell’EFA (European Festival Association) e si pone come organismo di crescita culturale e sociale. In tal senso, il festival favorirà la partecipazione del pubblico continuando a proporre biglietti a prezzi popolari (dagli 8,00 ai 5,00 euro) e agevolazioni assolute per le fasce sociali più deboli.

I biglietti potranno essere acquistati online sul sito ufficiale del Napoli Teatro Festival e ai botteghini allestiti nei luoghi degli eventi. Il ricavato degli spettacoli inseriti nella sezione Musica, inoltre, sarà devoluto in beneficenza all’Istituto Nazionale Tumori “Fondazione Pascale” di Napoli.

Potrebbe anche interessarti