La Napoli-Portici festeggia i 181 anni: tariffe speciali a bordo di un treno storico con carrozze d’epoca

napoli-portici

Napoli-Portici, la prima linea ferroviaria italiana, compie 181 anni. In occasione dell’anniversario, domenica 4 ottobre, ci sarà un appuntamento speciale con il treno storico Pietrarsa Express che da Napoli Centrale porterà i visitatori al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, a bordo di carrozze d’epoca trainate da una coppia di locomotive elettriche.

Il biglietto comprensivo di andata e ritorno del treno storico, ha un costo di 12 euro per gli adulti e 6 euro per i bambini tra i 4 e 12 anni non compiuti. I bambini dai 0 a 4 anni non pagano se accompagnati da un adulto pagante e senza la certezza del posto a sedere. Per i viaggiatori, invece, che intendono effettuare solo la corsa di andata o solo la corsa di ritorno, verrà applicato lo sconto del 50% sulla tariffa, senza però la possibilità di accedere gratuitamente al museo.

Il biglietto a/r del treno storico Express consente, infatti, l’accesso gratuito al sito e la visita libera al Museo. Per tutti i possessori di tale biglietto, inoltre, saranno applicate tariffe speciali su visite guidate, esperienze interattive e sulla prima consumazione presso il Caffè Bayard:

  • sconto del 50% per le visite guidate;
  • sconto del 50% sulle video guide;
  • sconto del 10% sulla prima consumazione al Caffe Bayard;
  • sconto del 50% sul simulatore di guida.

Tutte le corse Napoli-Portici saranno effettuate nel pieno rispetto delle norme anti Covid-19:

  • attività di sanificazione e disinfezione dei treni
  • a bordo dei treni dispenser di disinfettante per le mani
  • personale dotato dei sistemi di protezione necessari (mascherine, guanti)
  • posti a bordo che garantiscono il rispetto delle distanze di sicurezza

Le corse saranno garantite al mattino e al pomeriggio. Sarà possibile acquistare i biglietti sul sito di trenitalia, in tutte le stazioni e macchinette self-service. Per tutte le altre informazioni circa gli orari di partenza e le fermate delle varie stazioni, consultare il sito ufficiale del Museo di Pietrarsa.

Potrebbe anche interessarti