Visite gratuite agli scavi di Carminiello ai Mannesi: quando e come prenotare

carminiello ai mannesi

Il prossimo weekend sarà possibile visitare gratuitamente gli scavi archeologici situati tra il Duomo e Forcella, ossia gli scavi di Carminiello ai Mannesi. Si potranno ammirare resti di un complesso edilizio risalente all’impero romano, con impianto termale e santuario dedicato al culto del dio Mitra. I giorni sabato 26 e domenica 27 giugno 2021, la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio ha organizzato due giornate di apertura straordinaria dell’area.

Scavi di Carminiello ai Mannesi, due giorni di visite gratuite

Da qualche tempo sono stati effettuati interventi di manutenzione e di ripulitura dalla vegetazione per mano della Soprintendenza Archeologia in collaborazione con il Gruppo Archeologico Napoletano, che hanno esaminato vari resti antichi in stato di abbandono di origine greco-romana nel centro della città.

Gli scavi di Carminiello ai Mannesi si trovano in una traversa di via Duomo, prima della Cattedrale e vicina a Forcella. Sono presenti importanti resti di epoca romana riferibili ad un grande complesso edilizio di età imperiale, con impianto termale e un santuario dedicato al culto del dio Mitra.

L’area archeologica si trova in via Carminiello ai Mannesi, traversa di via Duomo, strada in cui è possibile trovare il ritratto dedicato a San Gennaro, la basilica di San Giorgio Maggiore in Piazza Crocelle ai Mannesi all’inizio di Forcella, in cui è possibile ammirare l’affresco di Aniello Falcone, per chi riesce a scovarlo.

Visite guidate a Carminiello ai Mannesi: info e prenotazioni

Le visite saranno effettuate dai volontari del Gruppo Archeologico Napoletano sabato 26 e domenica 27 giugno 2021 solo su prenotazione obbligatoria dalle 9,30 alle 12,30. Nel rispetto delle normative di sicurezza potranno partecipare massimo 20 persone per turno con obbligo di indossare la mascherina e mantenere le distanze.

Particolare San Carminiello ai Mannesi

Potrebbe anche interessarti