La Notte dei Musei 2015. Ecco le iniziative e i musei aperti a Napoli e dintorni!

 

Notte dei musei

Sabato 16 maggio grazie all’evento  “La Notte dei Musei” i luoghi di cultura resteranno straordinariamente aperti fino a tardi ed il costo del biglietto sarà soltanto di 1 euro!

I musei dipendenti di Napoli e dintorni che aderiscono all’iniziativa sono:

Certosa e Museo di San Martino, Napoli
Rare imbarcazioni affacciate sulla città
I visitatori potranno visitare la Sezione Navale della Certosa e Museo di San Martino per poter ricordare la storia della marineria borbonica e quella post-unitaria. Dalle due grandi finestre nella Navale, che affacciano sui Giardini dei Certosini, si avrà modo di ammirare l’emozionante veduta del golfo e della città di notte.

Castel Sant’Elmo, Napoli
Notte al Castello
Oltre al suggestivo panorama della città, si potranno ammirare le opere del Castello e alcuni dei suoi spazi più affascinanti. Inoltre, alle ore 20.30 e alle ore 22.00,  sarà possibile ammirare l’opera di Gian Maria Tosatti, My dreams, they’ll never surrender,  vincitrice della III edizione del concorso “Un’opera per il Castello”.

Museo Duca di Martina, Napoli
I Capolavori del Duca – Vaso Mei-ping, Porcellana Ming
Alle ore 20.30 , 21.30 e 22.30 si svolgeranno tre visite di approfondimento per dare la possibilità ai visitatori di far conoscere la storia della collezione di Placido de Sangro duca di Martina.

Museo Pignatelli, Napoli
In Carrozza!
Alcune visite di approfondimento avranno luogo al Museo delle carrozze e alle nuove sale con la Collezione dei finimenti per poter conoscere al meglio i tanti esemplari di carrozze e calessi conservati nella sezione del museo.

Certosa di San Giacomo, Capri
Musica Mistica
Accompagnati da antiche melodie napoletane i visitatori del Museo potranno partecipare a visite di approfondimento che riguarderanno il ruolo della musica espresso nel dipinto “Musica Mistica”

Certosa di San Lorenzo, Padula
La Foresteria Nobile
Alla Certosa di Padula si potrà visitare la Foresteria Nobile con alcuni ambienti che i Certosini avevano destinato ai selezionati ospiti illustri di passaggio come il suggestivo Loggiato, la Cappella dedicata a Sant’Anna ed un appartamento dove è attualmente esposta una preziosa tavola raffigurante la “Visione di Sant’Eustachio”

Museo archeologico dell’Agro atellano, Succivo
L’ager Campanus prima di Augusto
Attraversando le sale del Museo si potrà ripercorrere la storia dell’ager campanus, la Campania felix di Plinio: dagli estesi insediamenti pre-protostorici ai primi rapporti con il mondo coloniale greco, dalla organizzazione della campagna tra IV e III sec.a.C. fino ad arrivare alle tombe di II e I sec.a.c. che testimoniano la ricchezza della città di Atella.

Museo archeologico dell’antica Calatia, Maddaloni
Alla scoperta della Ceramica greca nelle Tombe della Necropoli di Calatia
Al Museo si potrà scoprire il fascino della ceramica greca dai vasi del protocorinzio antico fino ad arrivare ai vasi attici a figure nere della fine del VI-V sec.a.C.

Museo archeologico nazionale, Eboli
Un filo invisibile nei secoli
Archeologia, documenti e reperti saranno i protagonisti della visita del percorso tematico che sarà guidato dalla direttrice del Museo Giovanna Scarano e dall’artista Bruno Bambacaro per poter stimolare le riflessioni sull’attualità dell’archeologi e sulla realtà dell’uomo contemporaneo.

Museo Archeologico Nazionale della Valle Del Sarno
Mostra di Foto d’Arte e di Ceramiche artistiche
Alle ore 18,30 si inaugurerà la “Mostra di Foto d’Arte e di Ceramiche artistiche”, nel corso della manifestazione si svolgerà  un Concerto di voci bianche ed infine saranno proposte ai visitatori delle visite guidate al Museo Archeologico.

Potrebbe anche interessarti