Giovanni Allevi ospite d’eccezione per il concerto dell’Epifania 2020 a Napoli

Il pianista di origini ascolane, Giovanni Allevi, aveva già manifestato il suo grande amore per Napoli. Fu proprio nella magica città partenopea, a Piazza Plebiscito e con un pubblico composto da cinque persone, che capì di “voler fare il pianista nella vita”. Da quel giorno, Giovanni Allevi ci è sempre ritornato con gran piacere a Napoli.

Qualche anno fa incantò la Stazione Garibaldi improvvisando un concerto. Quest’anno, il pianista di fama internazionale ritornerà nella città che lo ha visto nascere come artista. Allevi, infatti, sarò l’ospite d’eccezione al concerto dell’Epifania al Teatro Mediterraneo di Napoli.

Parliamo di un concerto che quest’anno raggiunge un importante traguardo, ossia la sua venticinquesima edizione. Alla conduzione troviamo la bravissima Ingrid Muccitelli, al timone di diversi programmi televisivi e attualmente impegnata in Rai con “Linea Verde”.

L’evento si terrà sabato 4 gennaio alle ore 20.30, presso il Teatro Mediterraneo di Napoli. Sarà poi trasmesso, come di consueto, lunedì 6 gennaio, alle ore 9.30 su Rai Uno. L’ospite d’onore Giovanni Allevi ha presentato da qualche giorno il suo HOPE (Bizart/Artist First), un nuovo album che ha il profumo della magia natalizia, in vendita nei negozi fisici e digitali dallo scorso 15 novembre.

Con quello che è stato rinominato l’“HOPE Christmas Tour” bisognerà aspettarsi l’esecuzione di grandi classici natalizi, in una originale rilettura per pianoforte, coro e orchestra sinfonica. Si tratta di un tour che terminerà il 7 marzo 2020 e approderà nei più importanti teatri d’ Italia e d’Europa.

La XXV Edizione del Concerto dell’Epifania è ideata e promossa dall’Associazione Oltre il Chiostro onlus, presieduta dal Prof. Giuseppe Reale – autore dello spettacolo – e prodotta per la RAI dalla Melos International di Dante Mariti, insieme all’Associazione Musica dal Mondo, che cura l’intera organizzazione dell’evento. La Direzione Artistica è affidata a Francesco Sorrentino. La manifestazione gode del patrocinio della Regione Campania e del Comune di Napoli.

Potrebbe anche interessarti