Kim saluta il Qatar: “Finalmente finita”. Ora riposo, poi Napoli per entrare nella storia

kim mondiali
Kim ai Mondiali in Qatar

“Sembra che sia finalmente finita. Abbiamo fatto tutti un ottimo lavoro”. Così Kim questa mattina su Instagram saluta il Qatar e ringrazia staff e compagni di squadra per il buonissimo Mondiale disputato. La Corea del Sud ha superato il girone H grazie alla prestigiosa vittoria contro il Portogallo a una manciata di minuti dal termine e al pareggio con l’Uruguay nella prima partita. Purtroppo, gli uomini di Paulo Jorge Gomes Bento si sono dovuti arrendere agli ottavi di finale, in cui nulla hanno potuto contro la corazzata brasiliana, che già dopo 30′ era sopra 3-0. Il match si è concluso 4-1.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @kiminjae3

I primi Mondiali di Kim

Kim Min-jae è ormai uno dei trascinatori della sua Nazionale, comunque guidata dal leader tecnico e capitano Son Heung-Min. I Mondiali di Kim però potevano essere compromessi da un infortunio. Infatti il difensore del Napoli è uscito malconcio dalla gara contro l‘Uruguay ma, nonostante i problemi fisici, con l’assenso dei medici ha disputato anche la seconda gara del girone contro il Ghana per cercare di trascinare i suoi a quella che sarebbe stata una vittoria fondamentale per il passaggio del turno. Vittoria che non è arrivata e che ha messo in difficoltà la Corea del Sud.

Il difensore sudcoreano non ha preso parte all’ultima e decisiva partita contro il Portogallo, ma la vittoria dei suoi per il passaggio agli ottavi è arrivata ed ha mandato in estasi i tifosi, grazie al contemporaneo pareggio dell’Uruguay col Ghana.

I primi Mondiali di Kim non sono andati affatto male: ottavi di finale raggiunti nonostante squadre più attrezzate. Tutta esperienza che sarà utile per il futuro, anche quello prossimo.

Ora Kim ha un obiettivo col Napoli

L’eliminazione a un Mondiale non può fare di certo piacere, ma adesso Kim, insieme agli altri azzurri andati in Qatar (Zielinski, Anguissa, Lozano, Olivera), potrà concedersi qualche giorno di meritato riposo. In seguito si aggregherà alla squadra di Spalletti a Castel Volturno, al rientro dal ritiro in Turchia, per preparare la seconda parte della stagione.

Così come in Nazionale, Kim in Qatar è partito da sfavorito e da vittima sacrificale, salvo poi far ricredere tutti passando un girone complicatissimo. Ora si torna a Napoli, nel campionato italiano, in cui ha un obiettivo da raggiungere. Arrivato tra lo scetticismo generale come sostituto di Koulibaly, Kim è attualmente tra i migliori difensori centrali in Italia, e il Napoli è finora la migliore squadra della penisola. Partito da sfavorito, senza pressione, uno che ama sorprendere, uno dei volti del nuovo ciclo del Napoli che si sta godendo due mesi da primo in classifica a +8, dominando da Nord a Sud.


Riposo per tutti, poi dal 4 gennaio si torna in campo, al San Siro contro l’Inter. Una di quelle gare che potrebbe tagliare fuori definitivamente la squadra che ad agosto era forse la favorita per lo Scudetto. Quando ancora nessuno aveva fatto i conti col nuovo Napoli. Kim ha un conto in sospeso, e sa bene di poter essere uno degli artefici di un’impresa. Ora riposo, poi rush finale per entrare nella storia.

Potrebbe anche interessarti