Mistero Zuniga, adesso parla il colombiano: “Ecco la verità, se vogliono vendermi…”

zuniga

Gli ottimi risultati del Napoli in questa fase autunnale del campionato, così come in Europa, hanno gettato nel dimenticatoio una questione ormai datata e senza soluzione di continuità. Camilo Zuniga, ai box ormai da tempo, calciatore vero con la sua Nazionale, un mistero con la maglia azzurra.

Fino a questo momento si è cucito la bocca ma ora ha deciso di dire la sua e spiegare i motivi che lo hanno relegato ai margini della rosa di Sarri. Il colombiano ha parlato al quotidiano sudamericano El Tiempo, ecco quanto evidenziato:

“Perché non gioco a Napoli? Innanzitutto voglio dire che sto bene e ringrazio Dio. Sulla mia situazione voglio chiarire che mi sto allenando, ma non gioco perché non sono considerato dal club e dallo staff tecnico. Fisicamente sto bene, non so davvero perché non vengo preso in considerazione! Quello che mi sta accadendo è molto strano, non mi portano nemmeno in panchina. Si tratta di una scelta del club e non del nuovo allenatore che è appena arrivato e lo capisco.

Se vogliono vendermi devono farmi giocare altrimenti ho ragione io. La cessione sarebbe più facile se avessi la possibilità di giocare. Non è una situazione facile perché uno lavora sodo per recuperare e dare una mano alla squadra, ma poi non vieni chiamato. Devi essere molto forte di testa altrimenti prendi delle decisioni affrettate. Sono stato tanti mesi in silenzio, ma stavolta ho deciso di parlare anche perché la gente soprattutto in Colombia chiede di me ed io voglio ribadire che non ho nessun problema e che fisicamente sto bene.Ho finito la Coppa America e stavo benissimo, se non gioco a Napoli è per questioni del club”.

Potrebbe anche interessarti