Video. Mughini: “Napoli? A parte quella calcistica non ha altre identità”

Inutili siparietti, polveroni vuoti sollevati solo per manie di protagonismo. Il giornalista e opinionista, Giampiero Mughini, dagli studi di Tiki Taka, andato in onda ieri sera su Italia 1, ha detto la sua sul “fenomeno Maradona”, tornato in questi giorni in una Napoli vestita a festa per lui. Mughini, però, non si è limitato ad esprimere la sua opinione sull’argomento, ma ne ha approfittato per ribadire, più o meno tra le righe, il suo astio verso il Sud: “Passione popolare, rispetto massimo per un campione divino come è stato Maradona. Ed ho anche rispetto per l’identità calcistica di questa grande città come Napoli, che a dir il vero a parte questa non ne ha tante altre. L’idea di rendere Maradona un Santo, o uno col Premio Nobel, è eccessivo ma lo rispetto. Provo per Maradona la stessa ammirazione che ho per la Divina Commedia e per i quadri del Caravaggio. Ma il Maradona degli attacchi, delle dichiarazioni, non è che quello che piace al popolino. Ecco, per me il vero Maradona è quel genio divino in campo”.

L’opinionista è salito alla ribalta sul piccolo schermo grazie soprattutto alla sua presenza nel programma Controcampo, dal 1998. Strenuo tifoso juventino, Mughini ha origini siciliane. E’ infatti nato a Catania, dove ha vissuto per 29 anni. Sicilia, però, che ha sempre rinnegato. Nel 2014, addirittura, disse di odiarla: “Sono scappato. E ho avuto ragione. Sono stufo della retorica meridionalista”.

Un anno dopo, nel 2015, un’altra uscita infelice su Napoli: Napoli è un grande dolore, è una grande lacerazione, altro che sublime…”.

Tipiche farneticazioni di chi tenta di motivare le proprie ragioni cercandovi una spiegazione universale. Vorremmo chiedergli, però, quante volte è venuto a Napoli e cosa ha visto e soprattutto non visto per lasciar intendere che la città partenopea non ha una personalità.

E poi ci scusi, Mughini, non per scendere al suo livello, ma una città permeata di storia, cultura, valori, primati, sofferenza, dolore (e sì, anche calcio, che male c’è?) come può non avere un’identità?

Video dalla pagina Napoli Channel.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più