Le pagelle del Napoli: Insigne spacca in due la difesa avversaria, male Jorginho

Il Napoli riesce a sfatare il tabù Atalanta imponendosi per 3-1 in rimonta. Una gara non facile per gli azzurri che soffrono nel primo tempo, ribaltandola, poi, nella ripresa.

Queste le pagelle degli azzurri:

Reina 6.5: non solo non patisce le voci di mercato ma è il primo a dare la carica quando la squadra sembra nel pallone. Nel primo tempo due parate importanti sulla sassata di Ilicic poi su Petagana.

Maggio 6: le sue sgroppate sulla destra sono un ricordo. Alla veneranda età di 35 anni preferisce mantenere la posizione riuscendo, così, a contenere Gomez.

Albiol 6.5: bravo nel non andare nel pallone quando il centrocampo azzurro fa poco filtro. Con Jorginho in affanno spesso è lui ad iniziare l’azione. L’uscita di Petagna lo agevola.

Koulibaly 6.5: altra prova maiuscola del K2. Il senegalese anticipa e ferma chiunque passi dalle sue parti. Baluardo.

Ghoulam 6: rispetto alle prove precedenti ha meno spazio per spingere ma da comunque il suo apporto.

Zielinski 6: un corpo estraneo alla manovra fino al gol del pareggio che cambia l’inerzia della gara. Una sassata incredibile che non lascia scampo. Dal 18′ s.t. Rog 6.5: entra per dare freschezza al centrocampo azzurro e lui, ancora una volta, dimostra di essere sia quantità che qualità. Il suo primo gol sarà sicuramente un’iniezione di fiducia.

Jorginho 5: la mossa Ilicic lo manda in tilt. Costantemente pressato, sbaglia un numero incredibile di passaggi. Esce sul 2-1 per dar spazio ai muscoli di Diawara. Dal 20′ s.t. Diawara 6.5: si piazza davanti alla difesa per tenere a bada i fantasisti bergamaschi riuscendoci ottimamente.

Hamsik 5: ancora una prestazione opaca del capitano. Sarà la sindrome di Maradona, sta di fatto che il capitano viene annullato. Spesso anticipato o impreciso nei passaggi. Dal 12′ s.t. Allan 7: entra e cambia volto alla gara. Prima recupera un gran pallone che poteva essere pericoloso, poi da il la al gol del vantaggio. Partecipa attivamente anche all’azione che porta al terzo gol.

Callejon 6,5: nel primo tempo i suoi tagli vengono costantemente annullati da Gosens. Quando i nerazzurri però calano ha più spazio. Perfetta l’apertura che propizia l’azione del gol di Rog.

Mertens 7: nel primo tempo è stretto nella morsa dei difensori, prova qualche accelerazione ma viene contenuto. Nella ripresa si aprono le maglie e lui prima timbra il cartellino, poi si divora un gol clamoroso. Infine con un no look manda in gol Rog.

Insigne 7: nel primo tempo è l’unico a creare qualcosa. Nella ripresa mette il piede a manetta aprendo in due la retroguardia atalantina. Scatta sul filo del fuorigioco nell’occasione del 2-1 e regala, di testa, l’assist a Mertens.

 All.: Sarri 6.5: dopo il doppio ko della passata stagione ci si aspetta qualche variante ed invece, non solo prende provvedimenti ma consegna una formazione ancora più leggera preferendo Zielinski e Mertens ad Allan e Milik. Paga dazio sia in costruzione, con l’Atalanta che ancora mette sabbia negli ingranaggi della sua macchina perfetta, sia sul gol di Cristante, l’ennesimo su calcio d’angolo. Nella ripresa però si ravvede e prima da una svegliata i suoi poi inserisce prima Allan, poi Diawara e Rog dando così maggiore fisicità al centrocampo che prende il sopravvento

 

Potrebbe anche interessarti