Mertens: “Sarri? Non ho capito il suo addio. Ancelotti mi ha chiesto di restare…”

Dopo quelle di Marek Hamsik, arrivano anche le parole di Dries Mertens. Giornata importante in casa Napoli, con dichiarazioni rilevanti di due dei suoi giocatori chiave, oltre che uomini mercato. Ecco cosa ha detto il belga ai microfoni di Sporza.be/nl e Nieuwsblad.be: “Certo che mi piacerebbe lavorare con Ancelotti, ma vedremo, il nuovo allenatore mi ha già chiamato. Mi ha chiesto se volevo restare. Se è stato convincente? Sì, molto…”

Su Sarri:“Non so come sia andata bene la vicenda e non ho capito nemmeno cosa è accaduto. Per me è stato così strano quando ho sentito la notizia. Sarri non era stato ancora licenziato, ma Ancelotti era già il nostro nuovo allenatore. Presto tutto sarà più chiaro”.

Su Inter-Juve: “Abbiamo seguito la partita in hotel e c’è stata euforia quando Inter sembrava aver vinto, ma non penso che abbiamo perso il titolo lì. Se avessimo fatto 96 punti la Juve ne avrebbe fatti 98, credo che loro siano mentalmente più avanti di noi. Dobbiamo imparare dai nostri errori, una cosa è certa: quella partita non la guarderei mai più dal vivo”.

Sullo scudetto: “È stata una stagione dura, con 91 punti conquistati non abbiamo vinto il titolo, cosa mai accaduta in Italia. Questo mi ha fatto male, ora dopo il riposo sono pronto a concentrarmi sulla Coppa del Mondo”.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più