De Laurentiis: “La mia antipatia è una capacità di sintesi che a molti non piace. Ma d’altronde a Napoli ci sono ancora i Borbone”

Stamattina c’è stata la presentazione del ritiro del Napoli a Castel di Sangro presso l’Hotel Britannique. Le date sono state fissate dal 28/29 agosto al 9 settembre.

Presente anche il presidente Aurelio De Laurentiis oltre al governatore dell’Abruzzo, Marco Marsilio. “La mia antipatia è una capacità di sintesi che a molti non piace. – ha dichiarato ADL – Ma d’altronde a Napoli ci sono ancora i Borbone. Sono molto incasinato fino a giovedì, ma sono aperto a fare un incontro con voi per parlare di mercato. Ora però dobbiamo valorizzare questo evento a Castel Di Sangro. Arriverà un milione di napoletani, siamo distanti appena un’ora e si muoverà tanta gente. Il Covid ci ha chiaramente limitato nelle scelte, ma Castel di Sangro ha delle strutture che io ignoravo. C’è un campo di calcio spettacolare, sono rimasto impressionato. Nemmeno al San Paolo abbiamo certe attrezzature“.

“Dopo la gara con il Barcellona – ha continuato – in programma l’8, nel caso in cui dovessimo essere eliminati, daremo 12 giorni di riposo alla squadra, quindi ritiro inizierebbe il 20. Nel caso in cui si dovesse passare il turno invece inizierebbe più tardi. C’era indicazione folle della Lega di ricominciare il 12 di settembre, ma se uno deve far riposare i calciatori e poi farli allenare per la nuova stagione, come si fa? Per me il campionato dovrebbe ripartire a fine settembre, o meglio il 4 ottobre“.

Ho trovato subito una grande intesa con gli organizzatori in Abruzzo, – ha detto De Laurentiis – al punto che ho fatto subito un accordo di sei anni. Così andremo ancora a Dimaro, ma saremo anche a Castel Di Sangro. Sono molto contento e felice di aver trovato un’altra famiglia, una realtà da sostenere attraverso l’azione promo-pubblicitaria. Da cosa nasce cosa, se riusciamo ad incrementare con altre attività“.

Il ritiro a Castel di Sangro e nella Regione Abruzzo vuole essere l’inizio di un percorso lungimirante, per questo stiamo siglando un accordo di 6 anni, rinnovabili“, lo ha detto il presidente della Regione Abruzzo.

Potrebbe anche interessarti