Il Napoli in viaggio per Torino: tra i convocati molti della Primavera e tante assenze per covid

napoli viaggio torino
Foto Ssc Napoli

Nessun rinvio per ora di Juventus-Napoli, in programma il 6 gennaio. La squadra azzurra dopo un ennesimo giro di tamponi è partita alla volta di Torino senza alcuni giocatori risultati positivi al covid. Tra questi c’è mister Spalletti, Meret, Lozano, Osimhen, Mario Ruiz (che era anche squalificato), Malcuit e un membro dello staff.

NAPOLI IN VIAGGIO VERSO TORINO: MOLTI GLI ASSENTI

Assenti anche Koulibaly, Ounas e Anguissa inpegnati in Coppa d’Africa. Tra i convocati quindi spiccano molti giocatori della Primavera come Zanoli (positivo al covid per quasi un mese), Costanzo, Spedalieri e Vergara. Guariti recentemente Insigne, Fabian Ruiz (che non è stato convocato), Demme, Elmas, Petagna e Politano. Una formazione che quindi scenderà in campo contro la Juventus molto rimaneggiata e con molte assenze.

Nel pomeriggio era anche arrivato il comunicato dell’Asl Napoli 1 che invitava il Napoli al rispetto della circolare del Ministero della Salute. I positivi sono in isolamento e chi ha avuto contatti stretti è potuto partire proprio in virtù della terza dose, due se sono passati quattro mesi e della guarigione recente al covid. Questo il messaggio in cui veniva confermato un focolaio di covid nella squadra azzurra:

Per i contatti stretti individuati è invece stato disposto il rispetto di quanto previsto al punto 1 della Circolare del Ministero della Salute n°60136 del 30.12.2021. È stato inoltre ribadito alla Società Calcio Napoli che il gruppo squadra, alla luce dell’acclarato focolaio di positività che tra l’altro presenta un continuo trend di casi positivi, dovrà attenersi scrupolosamente al massimo rispetto delle norme di contenimento e riduzione del rischio. La Società Calcio Napoli, alla luce del sopracitato focolaio e nel principio della massima cautela, provvederà a valutare ogni altra misura preventiva/restrittiva utile ad impedire la diffusione del contagio“.

Spetterà dunque al Napoli evitare che il contagio si diffonda.

Potrebbe anche interessarti