Osimhen, l’agente D’Amico denuncia De Laurentiis e il Napoli

Il procuratore di Osimhen Andrea D’Amico ha presentato un esposto al Collegio arbitrale del Coni, per avere dal Napoli il pagamento per la mediazione nella trattativa per l’acquisto del calciatore nell’estate 2020 dal Lille. La cifra richiesta sarebbe di circa un milione di euro.

L’agente di Osimhen presenta un’istanza al Coni

D’Amico ha presentato un’istanza arbitrale (ex articolo 22, comma 2, del regolamento agenti sportivi del Coni) contro la Società Sportiva Calcio Napoli, rappresentata dal presidente Aurelio De Laurentis: «in virtù del contratto conferito in via esclusiva in data 24 luglio 2020 per l’opera d’intermediazione prestata in relazione alla stipula di un contratto di prestazione sportiva ex L. n. 91/1981 e negozi collegati con il calciatore Victor Osimhen».

D’Amico è un agente di grande esperienza (ha assistito tra gli altri anche Alex Del Piero e Rino Gattuso), ha inoltre curato l’accordo tra il Toronto e Lorenzo Insigne. Trattativa definita il 4 gennaio a Roma, due giorni prima di Juventus-Napoli.

Riportiamo il comunicato integrale del CONI:

Il Collegio di Garanzia dello Sport ha ricevuto un’istanza arbitrale presentata, ex art. 22, comma 2, del Regolamento Agenti Sportivi del CONI, dalla società Pasqualin D’Amico Partners s.r.l., in persona del legale rappresentante, dott. Andrea D’Amico, contro la Società Sportiva Calcio Napoli S.p.A., in persona del Presidente del C.d.A., cav. Aurelio De Laurentis, in virtù del contratto conferito in via esclusiva dall’odierna istante, in data 24 luglio 2020, al suddetto Agente per l’opera d’intermediazione prestata in relazione alla stipula di un contratto di prestazione sportiva ex L. n. 91/1981 e negozi collegati con il calciatore Victor Osimhen.

Potrebbe anche interessarti