Roma-Napoli, con Rizzoli è sempre X . Nicola Higuain commenta così…

Rizzoli

Dopo la sosta per le Nazionali domani riparte il campionato di Serie A. Una ripartenza col botto, perché l’anticipo delle 12:30 è una partita molto delicata e piena di contorni. Roma-Napoli è la sfida tra la 2a e la 5a in classifica, ma anche quella tra due tifoserie che dopo i tragici fatti della scorsa finale di Coppa Italia non potranno assistere insieme alla gara per chissà quanti anni.

Soprattutto, Roma-Napoli è la sfida tra le due deluse del campionato. I giallorossi quest’anno pensavano di potersi cucire sul petto lo Scudetto e invece sono fuori anche dalla Coppa Italia e dall’Europa League (dopo essere usciti ai gironi di Champions); il Napoli è in lotta su tutti i fronti, ma in campionato è scivolato alle spalle della Sampdoria finendo a 5 lunghezze dalla Lazio, attualmente terza. Insomma, domani nessuna delle due può permettersi un passo falso, persino un pareggio potrebbe non essere accolto molto bene dalle due piazze.

LEGGI ANCHE
Foto. Dall'Inghilterra arriva l'augurio speciale di Inler: "Difendi la città!"

Caso vuole, però, che ad arbitrare l’incontro dell’Olimpico domani ci sarà Nicola Rizzoli, per i capitolini e i partenopei meglio conosciuto come “mister X”. Con il fischietto bolognese in campo, infatti, nelle statistiche di entrambe le squadre finora ha prevalso il pareggio. Nelle 28 gare in cui ha diretto la Roma ben 11 sono stati i risultati a specchio, 10 invece le vittorie e 7 le sconfitte. Undici anche i pareggi racimolati dal Napoli, quando è stato diretto dall’arbitro internazionale dal 2007. Uguale anche il numero di sconfitte, 7, e sempre 7 le vittorie. Ultima nell’altra sfida stagionale che i partenopei hanno disputato all’Olimpico, ovvero quella contro la Lazio, terminata 0-1.

LEGGI ANCHE
Sarri: "Higuain sta diventando quello che ho sempre pensato". Mancini: "Per la sciarpa dammi..."

Naturalmente, con questo pedigree, naturale che quando Roma e Napoli si sono sfidate tra loro, sotto la direzione di Rizzoli, la gara sia finita in pareggio. La prima volta fu ne 2009, quando gli azzurri strapparono un 1-1 esterno grazie alla rete di Hamsik in risposta a quella di Aquilani. L’altra l’anno seguente. Nel 2010 si giocò, però, a campi invertiti, senza ovviamente cambiare il risultato: fu 2-2, ancora con pareggio finale del capitano slovacco, in rete al 90′.

Il pareggio, quindi, sembra garantito, ma al di là dei numeri e della cabala ciò che, invece, ha voluto garantire l’AIA è un arbitro esperto e abituato a dirigere gare dalla grande tensione. Rizzoli, infatti, è stato l’arbitro di Germania-Argentina, l’ultima finale dei Mondiali. Proprio in riferimento a quella partita, vinta ai tedeschi, sono state velenosissime la parole di Nicola Higuain, il fratello del “Pipita”: “Mi sembra una follia il fatto che Rizzoli arbitri il match Roma-Napoli. Il rigore che non fischiò a favore dell’Argentina nella finale è assurdo. Preferisco che il Napoli non si presenti, con gente che commette questi errori giocheremmo ancora una volta contro 14 avversari. Ormai è un’abitudine…”. Questo è quanto ha twittato l’argentino appena saputa la notizia della designazione arbitrale.

LEGGI ANCHE
Le prime parole di Milik: "Felice di essere al Napoli. Non sono Gonzalo Higuain"

Frasi che faranno sicuramente discutere. L’importante, però, è che non faccia discutere la direzione di gara.

 

 

Potrebbe anche interessarti