Serie D, Girone H: Turris – San Severo, l’analisi del match

Turris-SanSevero

Archiviato il vittorioso match con l’Aprilia, la Turris di Vincenzo Di Maio ospita al “Liguori” un agguerrito San Severo alla quinta giornata del Girone H di Serie D. I corallini, attualmente noni in classifica ma con una partita in meno (ricordiamo infatti che il match con il Gallipoli, previsto per mercoledì scorso, non si è giocato) vogliono dare seguito alle vittorie con Torrecuso e Aprila, sfruttando questo importante turno casalingo.

Il San Severo, squadra pugliese allenata da Mister De Felice, ha dovuto subire una penalizzazione di due punti ad inizio stagione, per responsabilità oggettiva in seguito all’ormai famosa inchiesta “Dirty Soccer”. Nonostante la partenza ad handicap, la squadra giallorossa ha vinto subito alla prima di campionato con il Torrecuso, con un rocambolesco 4-5. Il San Severo è all’undicesimo posto del girone, ma senza la penalizzazione sarebbe a pari punti proprio con Turris e Torrecuso.

Il giocatore giallorosso che più si è messo in luce in questo inizio di stagione è Alessandro Rossi, centrocampista offensivo classe ’96, già a quota 4 gol in campionato, grazie alla splendida tripletta realizzata all’esordio in campionato. L’attacco è il reparto che meglio ha funzionato nella squadra di Mister De Felice, avendo realizzato 8 gol in 4 gare, con una media di 2 gol a partita. Diversi però sono gli elementi di rilievo, soprattutto tra i giovani che compongono la rosa, come Ciro Cipolletta, difensore classe ’96, lo scorso anno in forza all’Herculaneum in Eccellenza e passato al San Severo al termine di un’ottima stagione, conclusasi con 27 presenze e 5 gol.

In attacco, a quota 2 gol troviamo Favetta, giocatore che già aveva militato nella squadra pugliese nella scorsa stagione. Ancora a secco invece il grande colpo di mercato messo a segno questa estate dalla dirigenza del San Severo, Davide Evacuo, attaccante che nella scorsa stagione aveva messo a segno ben 13 gol in 27 presenze, divisi tra Scafatese e Fondi. Ricordiamo però che Evacuo non sarà dell’incontro, per una squalifica.

Una gara che si prospetta quindi equilibrata, in virtù anche della forza dimostrata fin qui dalla Turris. La difesa, dopo un inizio incerto ad Isola Liri, ha offerto ottime prestazioni, ma soprattutto ha dimostrato grande efficacia negli schemi da palla inattiva. Ben tre infatti i difensori della rosa andati in gol, con Imparato già a a quota 2 reti. I veri problemi per la Turris in questo inizio campionato sono stati a centro campo e in attacco. In particolare, il reparto avanzato corallino è rimasto ancora a secco, ad eccezione di David Yeboah, andato a segno alla prima giornata. Sené invece non ha ancora trovato la via del gol, lui che è stato il colpo di mercato più importante messo a segno dalla dirigenza corallina. Nonostante ciò, Sené ha mostrato qualità soprattutto nella gestione di palla, con grande spirito di abnegazione e sacrificio nelle fasi più complicate di match. Il suo ruolo però è quello di fare gol e chissà che non possa sbloccarsi già da questa domenica, realizzando la sua prima rete in maglia corallina proprio al “Liguori”.

 

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più