Amichevole. Herculaneum da applausi: i granata si arrendono all’Avellino solo al 92′

Herculaneum-Avellino

In campo c’erano da una parte una squadra di Serie B, dall’altra una di Eccellenza. Se qualcuno se n’è accorto alzi la mano, perché ai più è sembrata davvero una partita ad armi pari. L’Herculeneum – punita da una rete alla scadere di Trotta – esce così sconfitta dall’amichevole di lusso contro l’Avellino, ma in mezzo ad un tripudio di applausi, assolutamente meritatissimi.

Particolarmente positivo soprattutto il primo tempo, cominciato proprio con una interessante occasione da gol per gli uomini di mister Squillante: cross dalla sinistra di Pianese e tentativo al volo di Costantino, che termina però alto sopra la traversa. E’ la scintilla che accende definitivamente una squadra già scesa in campo sicura delle proprie trame di gioco e con l’appoggio di circa 500 tifosi, nonostante il giorno (giovedì) e l’orario (le 15). Praticamente la prima frazione di gara scorre, infatti, sui binari di un sottile equilibrio dal punto di vista delle occasioni da rete – poche per entrambe le compagini -, ma a tutto vantaggio dei locali per quel che concerne il possesso palla ed il gioco.

Salvati (il migliore in campo) – assieme ai compagni di reparto Di Franco, Falanga e Albanese – rende assolutamente inoperoso l’unico under schierato dall’inizio, il portiere Ferrieri. A centrocampo è invece Gatta a farla da padrone, con un paio di disimpegni palla al piede che fanno arrossire i colleghi di reparto opposti, mentre Costantino non fa sconti a nessuno. La peggio, però, è per Visconti, che intorno alla mezz’ora viene letteralmente “seduto a terra” dal solito Caso Naturale: scontata la standing ovation. Applausi  li strappa ovviamente anche un Pianese in stato di grazia, artefice di numeri che sarebbe stato lecito aspettarsi da Tavano e da Roberto Insigne. Proprio di quest’ultimo il primo tentativo in porta dei “lupi”, con un tiro dal limite terminato alto addirittura al minuto 40′. La risposta, di altissima scuola, è tutta di El Ouazni: veronica tra Visconti e Arini sull’esterno dell’area di rigore ospite e rasoterra sul primo palo bloccato da Offredi. Nulla può, invece, Ferrieri sul tiro ravvicinato di Tavano al 47′, ma l’arbitro annulla la segnatura per netto fuorigioco.

Herculaneum-Avellino

All’inizio secondo tempo mister Tesser cambia tutti i suoi giocatori tranne Offredi, mentre Squillante fa uscire inizialmente soltanto Caso Naturale e Gatta. La partita allora si ribalta, con l’Avellino a costruire di più, ma con un’Herculaneum ben messa in campo, pronta a giocarsela fino in fondo. In effetti è proprio di El Ouazni la prima occasione della ripresa, ma il suo tiro al volo dal lmite viene smanacciato in angolo dal numero uno ospite. L’Avellino risponde al 51′ con un’azione insistita: Nica salta Albanese in area e libera un sinistro pericoloso, respinto dalla difesa granata. La sfera viene poi raccolta appena dentro l’area da Bastien, ma Albanese si immola per la causa.

L’Avellino ci prova allora dalla distanza, prima con Trotta al 53′ e poi ancora con Nica (il migliore dei suoi) al 59′. Entrambe le conclusioni terminano alte. Al 62′ l’Herculaneum torna ad affacciarsi dalle parti di Offredi, ma la volé di Allocca sugli sviluppi di azione d’angolo è imprecisa. Respinta coi pugni da Offredi, invece, la punizione laterale di Pianese al 68′. Proprio quando i padroni di casa sembrano averne di più, però, Castaldo li spaventa con un colpo di testa a pochi passi dalla porta, che il numero dieci avellinese spedisce clamorosamente a lato. L’Herculaneum si salva anche al 90′, quando un retropassaggio errato mette prima Castaldo e poi Tutino nelle condizioni di segnare, ma Ferrieri salva in entrambi i casi. Nulla può, invece, sul piattone incrociato di Trotta proprio a pochi secondi dal triplice fischio finale. Al “Solaro” di Ercolano termina così 1-0 a favore dell’Avellino, un risultato che di sicuro vale molto più per i granata che non per i lupi.

 

 

 

 

 

 

 

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più