Herculaneum-Nuova Boys Caivanese, pareggio beffa per i granata

Herculaneum-Nuova Boys Caivanese

HERCULANEUM: Ferrieri, Cefariello, Allocca, Salvati (78′ Albanese), Vastarello; Orefice (67′ Carnicelli), Gatta, Polverino; Pianese, Caso Naturale, Tufano. All. Luigi Squillante
A disposizione: Bencivenga, Falanga, Carnicelli, Albanese, Calcagno, Bifaro, Sansò

NUOVA BOYS CAIVANESE: Ciccarelli, Castaldo, De Fenza, Caiazza, Del Prete; Cafaro (85′ Iovinella), Scarparo, D’Abronzo (50′ Santonastaso), Cariello; Incoronato (65′ Spilabotte), Emmausso. All. Ciro Amorosetti
A disposizione: Viola, De Muto, Verdone, Iovinella, De Stefano, Santonastaso, Spilabotte

ARBITRO: Oscar Ozzella (Benevento)
ASSISTENTI: Danilo Brandi (Napoli), Simone Conte (Napoli)

RETI: 6′ Emmausso (NBC), 14’Orefice (H), 63′ Salvati (H), 88′ Emmausso (NBC)

Ammoniti: Pianese, Carnicelli, Tufano (H); Caiazza, Castaldo (NBC)
Espulsi: nessuno

Angoli:

Spettatori: 800 circa

Il calcio è un gioco incredibilmente bello, ma allo stesso tempo anche tremendamente spietato. Lo sa bene l’Herculaneum, che al “Raffaele Solaro”, sul 2-1, prima spreca l’impossibile e poi negli ultimi minuti si fa raggiungere sul 2-2 finale da una Nuova Boys Caivanese comunque di tutto rispetto, che assieme alla capolista ha dato vita ad una partita piacevole e ricca di gol, come era lecito attendersi dai due migliori attacchi del girone A di Eccellenza.

Sono proprio gli ospiti a passare in vantaggio già dopo soli sei giri di lancette, con Emmausso – pescato in area da Cariello – che prima dribbla Salvati e poi trafigge l’incolpevole Ferrieri sul primo palo. Colpevole di perdere palla sulla trequarti, invece, Vastarello al 10′, ma Cariello affretta la giocata e dal limite dell’area calcia fuori. Non può sbagliare certamente Orefice, che al 14′ pareggia i conti con un facile tap-in, dopo l’incrocio colpito da Casonaturale di testa. Herculaneum-Nuova Boys Caivanese è equilibrata anche dal punto di vista del gioco, oltre che del risultato, con i padroni di casa che pian piano assumono di più il controllo della manovra, ma che – forse a causa dell’assenza del bomber El Ouazni – non riescono a pungere più di tanto. Il primo tempo così, dopo l’inizio scoppiettante, regala solo due palle-gol. Sono entrambe di marca granata: al 23′ palla in messo di Tufano e sinistro alto di Caso Naturale; al 27′ sinistro di Gatta dai 30 metri fuori di poco. Fondamentale al 39′ l’intervento in acrobazia dell’ex De Fenza, che toglie dalla testa di Caso Naturale un pallone molto invitante.

Tutt’altra storia la seconda frazione di Herculaneum-Nuova Boys Caivanese, con la squadra di mister Squillante – dopo la rete del sorpasso targata Salvati – per lunghi tratti padrona del campo. Prima da registrare comunque numerose occasioni per entrambe le squadre. Pronti via, infatti, Gatta ci riprova col sinistro dalla distanza, ma la sua conclusione termina ancora ad un soffio dal palo. Sull’altro fronte d’attacco è Cafaro ad impensierire Ferrieri con un bel diagonale, respinto coi piedi dal numero uno di casa. Coi pugni, invece, la respinta di Ciccarelli sul tiro a giro di Pianese al 59′, mentre appena un minuto dopo finisce a pochi centimetri dal secondo palo il diagonale di Emmausso. Al 63′, però, l’equilibrio viene interrotto dall’incornata vincente di Salvati su punizione laterale battuta dal solito Polverino.

Prova a rimettere le cose in pari, al 68′, il neoentrato Spilabotte, con un bolide scoccato su calcio di punizione, che non va molto lontano dall’incrocio. Da questo momento in poi, però, l’Herculaneum diventa assoluta padrona del campo ma allo stesso tempo dà vita anche ad una impensabile sagra degli errori sotto porta. Si comincia al 78′ con un pericoloso tiro a giro di Pianese dal limite, alto di poco. Il primo match-ball lo spreca, invece, Carnicelli, che di testa all’80’ – su cross ancora di Polverino – manda clamorosamente a lato. All’81’ ci riprova nuovamente Pianese, sempre con sinistro a rientrare (stavolta da dentro l’area), ma è fuori di un nulla. All’82’ è Albanese a spedire la palla sopra il montante col piattone sinistro su azione d’angolo. Ma è all’84’ che probabilmente i granata gettano alle ortiche la gara: Carnicelli a tu per tu col portiere ospite si fa respingere il tiro coi piedi. A seguire bordata incredibile di Tufano dalla distanza: traversa-linea; sulla ribattuta Caso Naturale di testa non riesce ad imprimere la giusta forza alla sfera, che viene così bloccata da Ciccarelli. L’estremo difensore gialloverde può tirare un sospiro di sollievo anche all’87’, quando Carnicelli a due passi dalla porta manca clamorosamente la palla servitagli da Polverino. Freddissimo, invece, all’88’ il classe ’97 Emmausso, che con un piattone destro chirurgico fa esplodere i numerosi tifosi ospiti facendo palo-gol. Gran merito, però, va dato a Spilabotte, capace di destreggiarsi fra tre avversari al limite dell’area prima di imbeccare il compagno di reparto per il 2-2 finale.

Dopo ben sei occasioni nitide create dopo il vantaggio la capolista deve così accontentarsi di un solo punto, conquistato comunque contro una squadra che sicuramente merita ampiamente il terzo posto in classifica nonostante gli obiettivi meno ambiziosi di inizio campionato.

 

 

 

 

 

 

Potrebbe anche interessarti