All posts by "Michele Di Matteo"

Laureato in Lettere e Filosofia alla Federico II, due sono le sue grandi passioni: il calcio e la scrittura. Unirle per farne diventare un vero e proprio lavoro è il grande sogno.
terremoto Messina 1908

“Ormai in quel lido, non altra opera umana si compie che l’ultima; il seppellimento. Non si aggirano tra le rovine se non fossori. E i fossori sono militi, come dopo una battaglia. E fu invero una battaglia quale mai non si raccontò nella storia degli ...
Portus Julius - Pozzuoli

Pozzuoli terra di vulcani e di porti. Risalirebbe, infatti, al 37 a.C. la costruzione del Portus Julius nell’attuale zona dei Campi Flegrei, diretta dallo stratega Marco Vipsanio Agrippa e voluta dall’Imperatore Ottaviano in persona (al cui nome di Gaio Giulio Cesare fa riferimento il porto stesso), impegnato in una feroce ...
Pezze americane - mercato di Resina

La Seconda Guerra Mondiale all’Italia ha lasciato in dote dolori, distruzione e morti, e una vittoria di cui certo non ci si può vantare. Ma, soprattutto durante la parte finale del conflitto, coincisa con l’intervento statunitense, ha anche significato la nascita di un nuovo business, quello ...

Senz’altro il vaso più famoso dopo quello di Pandora, almeno all’ombra del Vesuvio. Anche perché dal “buccaccio” napoletano non escono, come invece da quello della mitologia greca, i mali del mondo. Tutt’altro: olive, melanzane, peperoni, alici, pomodori e il loro bagaglio di odori e di sapori ...
coriandoli Carnevale

Indossare, mangiare, lanciare, ovvero maschere, chiacchiere e coriandoli: questo prevede il festoso cerimoniale del Carnevale. Così almeno lo si festeggia in Italia dal 1875, l’anno in cui si compì un’autentica svolta per grandi e piccini, abituati fino a quel momento a mangiarli i coriandoli, piuttosto ...

“Di orrenda memoria, ma per diversa ragione, non perché infestato di spiriti, ma perché bruttato da fatti di libidine, di sangue e di sacrilegio, era il vicolo di Sant’Arcangelo di Baiano, dove si vedeva ancora la chiesa superstite dell’antico monastero di monache benedettine, abolito nel ...

Se siete soliti imbastire discorsi contorti, accampare scuse insostenibili e arrampicarvi sugli specchi, beh, non c’è alcun dubbio, siete proprio dei paraustielli. Questo, infatti, un antico e forse poco conosciuto termine napoletano per indicare chi fa discorsi capziosi, ipocriti e bugiardi. Nello specifico, con lo stesso termine ...
Ponte borbonico di Seiano

Denominato ponte Nuovo per distinguerlo dal precedente ponte Orazio, di epoca romana (poi detto ponte Vecchio o anche ponte Maiuro, con tutta probabilità dal latino major), fu costruito a Seiano nel 1832, quando l’allora re del Regno delle Due Sicilie Ferdinando II di Borbone diede mandato di progettarlo all’ingegnere Luigi Giordano, ...

I fiori e le scale, la musica e lo show. Anche quest’anno sta per arrivare uno dei momenti più attesi dagli italiani, il Festival di Sanremo. Il sipario del teatro Ariston si leverà, infatti, martedì prossimo, per calare sui ventiquattro cantanti in gara sabato 9 ...
Trotula de Ruggiero - primo sapone intimo

Bella come un fiore, pulita “con” un fiore. Questa, in poche parole, la sintesi estrema del lungimirante operato di Trotula De Ruggiero nel campo dell’igiene intima. Già, perché fu proprio la prima donna medico della Scuola di Salerno a inventare l’antesignano del detergente intimo, ben ...
o' scetavajasse

Gli appassionati di musica a percussione lo avranno certamente già sentito nominare, specie se del Sud Italia. Già, perché ‘o scetavajasse è uno strumento tipico del folklore delle feste popolari, caratteristiche dei centri abitati del Mezzogiorno nostrano. Occhio, però, a contestualizzare a dovere il suo utilizzo, ...
'O Lavinaio

Vico rotto al Lavinaio, vico Colonne al Lavinaio e vico Ferze al Lavinaio. Non una ma ben tre stradicciole, contigue e tutte ubicate nei pressi di Piazza Mercato (quartiere Pendino), lungo l’antica cinta muraria costruita per volere degli Aragonesi sotto la direzione di Francesco Giorgio Martino nel 1484. ...
proverbi napoletani - A altare scarrupato nun s'appicciano cannele

Un miracolo, una grazia, un’intercessione divina. Di certo se siete in una chiesa e state accendendo una candela è per chiedere una di queste cose. Niente di più inutile, però, in alcune circostanze. E’ quanto emerge dal significato ultimo di un proverbio napoletano tanto caustico ...

Comunque vada, sarà un peccato: di gola se la si mangia, un gran rammarico se non lo si fa. Nessuno mandi, però, la zeppola a “farsi friggere”, perché è proprio così che quel “diavolo tentatore” d’o’ zeppularo preparava questo irresistibile impasto di farina, acqua, sale ...

Secondo alcuni storici sarebbero sinonimo di civiltà (avrebbero sostituito il lancio di pietre), per altri uno strumento non violento per sfogare rabbia e frustrazione. Di certo le parolacce le conoscono tutti, ma pochi forse saprebbero indicarne l’origine e la declinazione nelle antiche lingue classiche, greco ...
Film di Natale

Natale con i tuoi, certo. Meglio, però, se davanti alla tv. Già, perché la magia del Natale puoi respirarla per le strade illuminate a festa, sentirla negli abbracci calorosi di amici e parenti, ascoltarla nei cori provenienti dalle chiese, scartarla e ritrovarla in un pacco ...

Lenticchie, cotechino, pesce, uva, solo alcuni dei prodotti che, per via di inveterate tradizioni, fanno sfoggio di sé sulle tavole degli italiani durante le festività natalizie. A bandire quelle dei napoletani, da sempre, ci sono però anche due elementi in più: il sacro ed il profano. Fusi ...
Ciucciopolitana

Testardo come un mulo? Ignorante come un asino? Nient’affatto, semmai “cammina come un asino”. Potrebbe essere questo lo slogan della Ciucciopolitana, strumento di riscoperta e interconnessione tra uomo e ambiente posto nel bel mezzo della Valle di Pruno, ribattezzata Valle degli asini agli inizi del nuovo millennio, ...

Giunta alla sua quattordicesima edizione, la Giornata del Contemporaneo 2018 – indetta proprio per oggi sabato 13 ottobre – vedrà tra i suoi protagonisti anche la città di Napoli. Molti, infatti, i musei che hanno aderito all’evento organizzato dall’Amaci (Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani). Un ...
Ilaria Cucchi - Jorit

La testa alta davanti alle ingiustizie, il viso da guerriera di chi le combatte e di chi lotta per conoscere la verità. L’artista napoletano Jorit se l’è immaginata così Ilaria Cucchi, dopo nove anni in cui ha provato in tutti i modi a restituire al fratello Stefano pace e giustizia, e così ...

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima o terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy