Champions League: ecco la nuova formula che potrebbe cambiare tutto!

Squadre a confronto. Ecco il calendario per la scalata alla ChampionsIl mondo del calcio sta lentamente cambiando. In maniera un po’ incerta, ma sta cambiando. Le ultime notizie riguardanti la sperimentazione della moviola in campo sono state una svolta storica per uno sport come il calcio, da sempre restio alla tecnologia. Quest’aria di cambiamenti si è avvertita anche nei vertici della FIFA e dell’UEFA. Anche la Champions League, la massima competizione europea per club, si appresta a cambiare formula, a partire dal 2018. Un rinnovamento importante che potrebbe trasformare radicalmente tutta la stagione calcistica così come la conosciamo.

A darne notizia, è Calcioefinanza.it. L’ipotesi, riportata anche da IlMundoDeportivo, è quella di restringere le partite più importanti intorno a 16 squadre. Ci sarebbe la classica prima fase a 32 squadre, in cui dovrebbe salire a 24 la quota dei club provenienti dai maggiori campionati europei. L’obiettivo, in buona sostanza, è quello di declassare i campionati minori, a vantaggio di quelli più grandi (Serie A, Liga, Premier, Bundesliga ecc.) eliminando i play off per le terze-quarte classificate. Un punto importante questo, perché legato anche alla vendita dei diritti televisivi.

Come cambierebbero quindi, in sostanza, i gironi di Champions League? Rimarrebbe il classico turno a 32 squadre, divise in 8 gironi, con le prime due classificate che avanzano nella competizione. Le eliminate invece, retrocederebbero in Europa League (non più solo la terza, quindi). Successivamente, ci dovrebbero essere altri 2 gironi, da 8 squadre ciascuno, che andrebbero a sostituire gli attuali ottavi.

Il vero punto centrale, è quello del calendario. Aumentando il numero dei club partecipanti, e di conseguenza le partite, diminuirebbero gli international break (pause per la nazionale) così come le amichevoli. Alle nazionali quindi verrebbe dato un arco di tempo che va da fine maggio a metà luglio. Una vera e propria rivoluzione, che cambierebbe totalmente la classica stagione sportiva calcistica che abbiamo imparato tanto bene negli ultimi anni. Un cambiamento voluto soprattutto dai club più ricchi e potenti d’Europa, e che potrebbe cancellare definitivamente la Superlega tanto voluta da De Laurentiis.

Potrebbe anche interessarti