Euro 2016, Italia-Spagna 2-0 : video gol, cronaca e tabellino

chiellini italiaE’ tutto vero: l’Italia batte la Spagna e corre veloce ai quarti di finale dove incontrerà la Germania. Decisive le reti di Chiellini e Pellé: i tanto blasonati campioni in carica, sono stati letteralmente annullati dai nostri. Il Paese fa festa, gli azzurri sono degli eroi.

La partita. Al fischio d’inizio di Çakır c’è una sola squadra in campo: l’Italia, a dispetto delle aspettative e del tiqui-taca degli spagnoli. Sono gli azzurri, infatti, a recitare la parte del leone in avvio di match. Gli iberici – di bianco vestiti – subiscono le avanzate sferzanti degli uomini di Conte. Ci provano Pellé (al 9′) con un colpo di testa e Giaccherini (11′) con una sforbiciata in area piccola, ma in entrambi i casi De Gea dimostra di essere un prodigio della natura . Nella seconda occasione, l’aiuto del palo sinistro della porta iberica si è rivelato fondamentale. Il possesso palla azzurro annichilisce gli avversari, che non riescono a imbastire la consueta manovra avvolgente. Anche Parolo tenta l’incursione, ma l’inserimento a fari spenti al 25′ è buono ma non perfetto. Chi invece è perfetto è Giorgio Chiellini, che al 33′ si traveste da goleador e porta in vantaggio l’Italia con un tap-in da rapace d’area di rigore. Il tocco del difensore è arrivato dopo una ribattuta corta di De Gea su una punizione dal limite calciata da Eder. Allo scadere della prima frazione, De Rossi dà il via ad un contropiede condendo con un tunnel su Iniesta la ripartenza azzurra, la sfera arriva a Giaccherini che obbliga De Gea al miracolo.

Al ritorno dall’intervallo è la stessa Italia del primo tempo. Gli azzurri si fanno pericolosi con una bella azione corale che porta Florenzi a mettere un pallone in mezzo velenoso allontanato in maniera decisiva da Piqué. Ma la Spagna ricorda come si gioca al calcio e guadagna campo, oltre che una buona dose di fiducia. Il colpo di testa di Morata al 49′ trova il muro Buffon, Conte vede De Rossi in affanno e lo sostituisce con Thiago Motta. Al 54′ Eder potrebbe chiudere la pratica ma si fa cancellare il raddoppio nel vis-à-vis con De Gea. La contesa diventa una corrida, con gli spagnoli che sisematicamente atterrano fallosamente gli italiani. Al 62′ l’occasione per il 2-o capita grazie all’incursione di De Sciglio sulla quale nessun azzurro si fa trovare puntuale a centro area. La trama si trasforma: la Spagna fa la partita mentre l’Italia si lancia in contropiede, come a voler omaggiare le due filosofie calcistiche opposte. La Nazionale Italiana rischia grosso al 71′ con la testata di Ramos sugli sviluppi di un corner, e cinque minuti pià tardi con a volée di Iniesta smanacciata da Buffon. Il capitano azzurro si supera dopo sessanta secondi sulla conclusione improvvisa di Piqué. A dieci dalla fine Conte manda in campo Insigne (acclamato a gran voce dagli italiani presenti allo Stade de France) al posto di Eder, Del Bosque richiama a sé Aduriz infortunato (già subentrato a Nolito) per l’ex Barça Pedro. L’ingresso in campo del talento di Frattamaggiore scuote la difesa spagnola: il 24 del Napoli lascia sul posto Sergio Ramos e conclude con forza verso De Gea, ma l’estremo difensore si salva con i pugni. Nei minuti di recupero, Graziano Pellé fa esplodere di gioia l’Italia: il suo gol, propiziato da una genialata di Insigne e dall’assist di Darmian, manda a casa i due volte campioni in carica.

 

VIDEO GOL

 

[youtube width=”100%” height=”360″]https://youtu.be/sGuvKJvZKaY[/youtube].

[youtube width=”100%” height=”360″]https://www.youtube.com/watch?v=JalXck1BVlc[/youtube].

 

Tabellino Italia-Spagna

ITALIA (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Florenzi (dall’83’ Darmian), Parolo, De Rossi (dal 53′ Thiago Motta), Giaccherini, De Sciglio; Pellè, Eder (dall’80’ Insigne.

SPAGNA (4-3-3): De Gea; Juanfran, Piqué, Ramos, Jordi Alba; Fabregas, Busquets, Iniesta; David Silva, Morata (dal 70′ Vazquez), Nolito (dal 46′ Aduriz – dall’80’ Pedro).

Arbitro: Cüneyt Çakır (Tur)

Ammoniti: De Sciglio, Nolito, Pellé, Thiao Motta, Busquets

Marcatori: Chiellini 33′, Pellé 90′

Potrebbe anche interessarti